Accade a Birmingham, nel Regno Unito. La 458 Spider sequestrata non poteva più circolare per una serie di problemi

Nel cuore di un appassionato di auto il momento della demolizione è sempre un po’ traumatico perché l’oggetto di tante attenzioni e fantasie torna a scomporsi negli elementi base di cui è composto, essenzialmente metalli, polimeri, vetro e in alcuni casi legno e pellami. Questo anche se si tratta di una vettura altrui e mai vista prima. Il momento è ancor più doloroso quando a finire sotto l’artiglio dello sfasciacarrozze è un’auto preziosa e blasonata come la Ferrari 458 Spider (valore minimo 160.000 euro sul mercato dell’usato) protagonista della video-distruzione che potete vedere qui sotto.

Rubata o incidentata?

Mentre vi lasciamo alla visione un po’ sadica della supercar afferrata e bucata dall’artiglio della gru del demolitore dobbiamo però cercare di ricostruire l’accaduto, almeno stando a quanto riporta il magazine inglese Birmingham Live. L’auto, di proprietà del 31enne Zahid Khan, è stata sequestrata dalla polizia delle West Midlands, nel Regno Unito, nell’aprile del 2017 perché probabilmente rubata, senza assicurazione e classificata come veicolo di “categoria B”, danneggiata in modo irreparabile, non utilizzabile su strada e destinata alla demolizione.

Il proprietario respinge le accuse

Khan, invece, ribalta la versione delle autorità e dalla sua pagina Facebook accusa la polizia britannica di aver illecitamente distrutto la sua Ferrari che era stata regolarmente acquistata all’asta ed era assicurata. Lo stesso proprietario respinge le accuse di aver installato sulla Ferrari 458 Spider pezzi non originali, sostiene di aver portato le prove a sua discolpa in tribunale solo quando l’auto era già stata distrutta e di aver atteso quasi un anno per poter visionare il video che vedete qui.

Ferrari 458 Spider