Oggi quasi tutti i motori sono sovralimentati. Una volta, invece, la scritta turbo voleva dire sportività. Ecco 20 modelli storici

Oggi non esiste motore benzina (anche diesel, certo, ma in questo articolo si parla di propulsori a ciclo Otto) che non sia turbo. In verità alcuni esempi ci sono ancora, per fortuna, ma si contano ormai sulle dita di una mano e sono peraltro a grande rischio estinzione.

Abbasso le emissioni

Questa scelta da parte di tutti i Costruttori, come sapete, è stata dettata dalla necessità di rispettare le normative anti inquinamento e, per essere più precisi, anche dal modo in cui i test di consumo e di emissione vengono effettuati: le prove al banco del ciclo NEDC premiano oltre misura la riduzione della cilindrata e del numero di cilindri, anche al di là di quelli che sono i riscontri nella guida su strada. Questo però è un altro discorso: qui si parla di modelli turbo a benzina che hanno fatto la storia e che sono rimaste nell'immaginario collettivo

Una volta erano le prestazioni

Fino a non molti anni fa, infatti, la scritta turbo - generalmente rossa - era sinonimo di sportività. Sì perché la sovralimentazione era riservata alla versione più sportiva, che si faceva riconoscere immediatamente dal resto della gamma anche dal punto di vista estetico. Eccoli dunque i 20 modelli che hanno fatto la storia: come sempre accade in questi casi, qualche scelta dolorosa è stata fatta. Se avete suggerimenti e/o obiezioni... Scriveteci! Nel frattempo, cliccate in basso a destra sulle foto e rifatevi gli occhi.