L’area a traffico limitato più grande d’Italia sarà chiusa (anche) ai Diesel fino a Euro 3

25 febbraio 2019: a Milano entrerà in vigore l’Area B, ovvero la zona a traffico limitata più estesa d’Italia. 129 km quadrati in tutto, pari al 72% del territorio comunale, all’interno dei quali vivono il 98% dei cittadini milanesi.

Esclusi i diesel fino a Euro 3

Di Area B abbiamo scritto, ma torniamo sui punti principali: nell'area delimitata non potranno entrare i veicoli Euro 0 a benzina e fino a Euro 3 diesel; già dall’1 ottobre del 2019, però, anche i Diesel Euro 4 verranno interessati dalle limitazioni. La data “tombale” è invece il 2030, quando tutti i motori Diesel, indipendentemente dall’omologazione, saranno soggetti a limitazioni. Non devono invece pagare ticket (a differenza di Area C) i veicoli autorizzati a entrare.

Quando e dove si accendono le telecamere

Il Comune di Milano sta installando i primi 15 varchi, di 98, che delimiteranno (e accerteranno eventuali infrazioni) l’Area B, che sarà attiva dalle 7.30 alle 19.30, dal lunedì al venerdì. Le prime 15 telecamere verranno posizionate nelle vie Anassagora, Baroni, Basilea, Cassinis, Fantoli, Carlo Feltrinelli, Gallarate, Gonin, Giuditta Pasta, Mecenate, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano, Zurigo.

Vie Anassagora, Baroni, Basilea, Cassinis, Fantoli, Carlo Feltrinelli, Gallarate, Gonin, Giuditta Pasta, Mecenate, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano, Zurigo.

50 giorni gratis per tutti, incentivi per i meno abbienti

Un provvedimento come quello dell’Area B incide pesantemente sulla vita dei cittadini, motivo per cui il Comune di Milano ha deciso di concedere, a tutti, 50 giorni di libero accesso e, alle famiglie con Isee (indicatore della situazione economica) fino a 14.000 euro, un incentivo per sostituire i veicoli più inquinanti; i dettagli di questa misura, in ogni caso, devono ancora essere messi a punto.