E per chi proprio non si accontenta arriverà anche la versione Competition

La prima BMW X5 M fu rivelata il 5 aprile del 2009, insieme alla sorella X6 M. Dieci anni dopo, la terza generazione del SUV ad alte prestazioni è stata fotografata sul circuito del Nurburgring ormai pressoché pronta a liberarsi del camouflage e mostrare la sua veste definitiva.

Carattere deciso

A confermare che al debutto non manchi poi tanto ci sono i dettagli come i quattro scarichi M e gli enormi cerchi che calzano gomme sportive. Gli interni, invece, non sono quelli definitivi al 100% visto che sulla console centrale appare un bottone rosso per le emergenze, in caso qualcosa vada per il verso sbagliato.

Fotogallery: BMW X5 M 2019, le foto spia

Detto ciò, queste foto sono quelle che più di tutte riescono a dare un'idea del look definitivo del nuovo SUV bavarese, che si completa con un impianto frenante enorme e un interessante spoiler posteriore montato sul tetto.

Buon sangue non mente

Il "cuore" della nuova BMW X5 M sarà l'ormai conosciuto V8 biturbo da 4,4 litri abbinato, di serie, alla trazione integrale xDrive e al cambio automatico a otto rapporti. Il tutto è "ereditato" dalla M5 e infatti il SUV dovrebbe offrire quasi la stessa potenza della berlina e quindi parliamo di numeri vicini ai 600 CV e 750 Nm.

2020 BMW X5 M foto spia

Se ciò non bastasse a soddisfare la vostra sete di potere a guida rialzata, la BMW ha in cantiere anche un X5 M Competition che, proprio come sulla M5, vedrà un'iniezione di CV in più ma anche altri accorgimenti, come sospensioni ribassate, ammortizzatori specifici e una barra antirollio più rigida. Nella M5 Competition queste migliorie sono accompagnate da un piccolo aggiornamento stilistico e probabilmente possiamo aspettarci lo stesso per la X5 M Competition.

2020 BMW X5 M foto spia

I nuovi X5 M e X6 M completeranno la gamma ad alte prestazioni dei SUV bavaresi, visto che non sono più gli unici "emmizzati" nella gamma di BMW: X3 M e X4 M entreranno a far parte della famiglia nel corso dell'anno dopo essere stati presentati qualche mese fa.

Foto: CarPix