“90 anni” e “Hypercars” mostrano, meglio di tante parole, la storia del Cavallino Rampante e il suo contributo all’evoluzione tecnologica dell’auto

16 novembre 1929: Enzo Ferrari fonda la Scuderia Ferrari. Il resto è storia. Dell’auto, del costume, dell’industria e della cultura, italiana e mondiale. Sì perché per quanto piccola, rispetto ai giganti dell’automotive, la Ferrari è un simbolo nel mondo. Una vera e propria eccellenza che per festeggiare i suoi primi 90 dà il via a due mostre all’interno del suo museo, il Museo Ferrari appunto.

90 anni

Semplice, asciutto, come chi, consapevole della propria forza, non ha bisogno di tante parole: il titolo della mostra dedicata alle auto da corsa - 90 anni - esprime proprio questa consapevolezza.

Protagoniste, molte delle auto che hanno scritto pagine indelebile del grande libro del motorsport, a partire dall’Alfa Romeo 8C 2300 Spider (inizialmente Ferrari non si costruiva le auto), prima a portare il Cavallino Rampante sulla livrea nel 1932 alla 24 Ore di Spa, fino alla SF71H, la monoposto con cui nel 2018 hanno gareggiato Sebastian Vettel e Kimi Räikkönen.

ferrari mostra 90 anni

In mezzo, un sacco di pietre miliari: la 500 del due volte Campione del Mondo Alberto Ascari; la 312 T del grandissimo Niki Lauda e la 312 T4 del mitico Gilles Villeneuve; la F2004, la monoposto imbattibile (13 vittorie stagionali, di cui 6 consecutive) con cui Michael Schumacher conquista il suo quinto titolo in rosso - il settimo in assoluto - e rimasta nella storia come una delle Ferrari più veloci di sempre.

ferrari mostra 90 anni

Non solo F1, ovviamente: la rassegna rende onore anche alle protagoniste delle gare a ruote coperte come la 166 MM, vincente alla 24 Ore di Le Mans 70 anni fa, e la 275 P che dominò la 12 Ore di Sebring nel 1964, per poi conquistare la 1000 km del Nürburgring e la 24 Ore di Le Mans.

Hypercars

Essenziale anche il titolo dell’altra mostra, quella che permette di ammirare alcuni fra le creazioni più incredibili fra le stradali di Maranello. Il punto di partenza è la 250 GTO del 1984, ma il ruolo di “reginetta” sarà molto probabilmente della F40, voluta dal Drake in persona nel 1987 per celebrare i 40 anni dell’Azienda (intesa come Casa costruttrice) e presto diventata icona in tutto il mondo.

ferrari mostra 90 anni

Non manca la F50, del 1995, prima hypercar ad adottare l’architettura da Formula 1, con la monoscocca in carbonio e il motore portante. Seguono poi la Enzo del 2002, sviluppata con la consulenza preziosa di Michael Schumacher, la LaFerrari (prima ibrida), la LaFerrari Aperta e la P80/C.

Fotogallery: Ferrari mostra per i 90 anni al Museo Ferrari