Tutto è cominciato nel lontano 1989 e da allora il brand di lusso giapponese ha introdotto tante importanti novità. Ecco le principali

Sono passati trent'anni da quando Eiji Toyoda, Presidente del marchio Toyota, lanciava il guanto di sfida ai più grandi player nel segmento delle vetture premium. L'obiettivo era uno soltanto: realizzare la berlina di lusso migliore sul mercato e per molti ci riuscì.

Da quel giorno sono ormai passati trent'anni e nel corso di questi tre decenni il marchio di prestigio di Toyota ha saputo far parlare di se anche e soprattutto per le molte soluzioni tecniche e tecnologiche che per prime sono state lanciate proprio sui modelli Lexus.

La capostipite

Il risultato di almeno cinque anni di lavoro si chiamava Lexus LS 400, un modello all'avanguardia, che venne lanciato nel 1989 e che rappresentò non soltanto uno dei più elevati esempi del livello tecnologico e qualitativo dell'industria automobilistica giapponese, ma anche il primo modello di un nuovo brand, sinonimo di lusso a quattro ruote.

Lexus, 30 anni di storia

Nei primi anni Novanta, l'ammiraglia giapponese rappresentava una delle massime espressioni del concetto di auto premium. Spinta da un V8 di 4.0 litri, poteva contare sulla spinta di 260 CV e su 353 Nm di coppia.

Comoda come poche

Ma i freddi numeri di una scheda tecnica non rendono giustizia alle sensazioni che la LS 400 sapeva regalare. Era comoda e silenziosa come poche altre e, a livello tecnologico, fece da apripista su diversi fronti. Uno su tutti la sicurezza. L'ammiraglia giapponese, infatti, è stata la prima vettura ad essere dotata di un airbag per il conducente, montato all'interno di un volante che restava comunque regolabile in altezza e profondità.

Lexus, 30 anni di storia

Sempre a proposito del volante e della sicurezza, nel 1995, con il debutto della seconda generazione, la LS 400 è stata la prima auto al mondo ad adottare un piantone dello sterzo collassabile.

Obiettivo silenzioso

La ricerca del più alto livello di lusso e comodità non è passata unicamente dall'attenta scelta di materiali e rivestimenti degli interni. Anche a livello tecnico, i progettisti hanno svolto un lavoro eccellente per l'epoca, per rendere la LS 400 quanto più silenziosa possibile.

Lexus, 30 anni di storia

Molta attenzione è stata rivolta all'efficienza aerodinamica della vettura, non soltanto per contenere i consumi, ma anche per renderla meno rumorosa alle alte velocità. Il risultato è un Cx di 0.29. L'obiettivo dei tecnici Lexus, infatti, era fare in modo che la rumorosità interna della LS 400 non superasse i 58 dB a una velocità di 100 km/h.

Navigatore di serie

Oggi siamo abituati a darlo per scontato, ma nel 1998, il navigatore satellitare era un accessorio quasi da fantascienza. Eppure, sulla LS 400 era di serie. Era “incastonato” al centro della plancia e offriva una discreta risoluzione, grazie allo schermo a colori. I comandi, naturalmente, erano di tipo fisico e posizionati intorno allo schermo.

Il primo SUV di lusso

Sempre nel 1998 Lexus compie un altro importante passo avanti, presentando il primo SUV premium al mondo. Si trattava della prima generazione della RX, che fondendo le caratteristiche tecniche di un fuoristrada ai contenuti tipici delle berline di lusso, ha creato un nuovo segmento di mercato destinato a crescere esponenzialmente negli anni.

Lexus, 30 anni di storia

La prima serie, la RX 300, era alimentata da un propulsore V6 di 3.0 litri, abbinato alla trazione integrale a controllo elettronico, con due modalità di funzionamento: Normal e Snow.

Lexus, 30 anni di storia

L'era dei LED

L'anno successivo, nel 1999, Lexus presenta la IS 200. Si trattava di una berlina compatta destinata a una clientela più giovane e dinamica rispetto a quella della LS. Ma la vera novità della IS era rappresentata dalla soluzione usata per i suoi fari posteriori.

Questi, infatti, sono stati tra i primi ad adottare la tecnologia LED. Una scelta successivamente adottata da molti altri brand e oggi diventata una moda. E questa non è stata l'unica innovazione messa in campo per prima dalla IS. La seconda generazione, lanciata nel 2005, ha infatti portato al debutto l'airbag a doppio stadio per il passeggero. Una novità assoluta.

Lexus, 30 anni di storia

La prima ibrida

Anche la seconda generazione dell'RX è entrata nella storia. Arrivata sul mercato nel 2005, infatti, è stato il primo modello di fascia premium al mondo ad essere alimentato da un powertrain ibrido. All'epoca, lo schema propulsivo era diverso da quello attuale.

Lexus, 30 anni di storia

Il motore termico V6 di 3.3 litri era abbinato a un solo motore elettrico e l'accoppiata dei due era in grado di sviluppare una potenza massima di 273 CV, sufficienti a far scattare il nuovo RX 400h da 0 a 100 km/h in soli 7,6 secondi. Si tratta dunque di un modello molto importante per Lexus, che ha tracciato la strada dell'ibrido che da quel giorno il brand giapponese non ha più abbandonato.

Lexus, 30 anni di storia

Il primo a otto marce

Nel 2006, Lexus compie un ulteriore passo avanti dal punto di vista tecnico lanciando il primo cambio automatico a 8 rapporti al mondo. A portarlo al debutto è stata la LS 460 e successivamente la trasmissione ha trovato impiego su svariati modelli a trazione posteriore del brand di lusso giapponese.

Lexus, 30 anni di storia

L'ibrido sul V8

Dopo il lancio della RX 400h, per Lexus quella dell'ibrido è diventata la strategia intorno alla quale sviluppare progressivamente tutta la sua gamma di prodotti. Nel 2007, infatti, arriva la LS 600h, un modello particolarmente importante non soltanto per Lexus, in quanto è stato il primo esempio di applicazione di una soluzione ibrida a un motore 8 cilindri a V.

Lexus, 30 anni di storia

Visione virtuale

In tempi più recenti, con l'ultima generazione della ES, Lexus è stato tra i primi costruttori a dotare un proprio modello degli specchietti retrovisori digitali. Sul mercato giapponese, infatti, la vettura viene proposta con due piccole telecamere esterne che catturano le immagini della parte laterale della vettura, proiettandole su piccoli schermi da 5 pollici all'interno dell'auto.

Lexus, 30 anni di storia

30 anni di ricerca e sviluppo

Insomma, nei suoi primi trent'anni di attività, Lexus è riuscita non soltanto a ritagliarsi uno spazio importante nel segmento dei veicoli premium, ma è anche riuscita nell'intento di imporsi come uno dei costruttori più “avanti” sul fronte della ricerca e dello sviluppo, portando per prima al debutto soluzioni che poi sono state via, via riprese anche da altri costruttori.

Fotogallery: Lexus, 30 anni di innovazione tecnologica