Le elettriche e le tecnologie a guida autonoma la fanno da padrone alla kermesse giapponese aperta dal 25 ottobre al 4 novembre

Il Salone di Tokyo 2019 apre i battenti dal 25 ottobre al 4 novembre. Organizzato con cadenza biennale, è uno degli appuntamenti più importanti del settore a livello globale e sicuramente quello centrale per il mercato giapponese e asiatico. Tutti i costruttori del Sol Levante partecipano in grande stile e in questa edizione sperimentano una formula evoluta, che prevede una esposizione più dinamica del solito, con molte attività previste anche nelle aree esterne, dalle esibizioni musicali, alle gare di veicoli elettrici fino alla guida in drifting, un vero must have per tutti gli appassionati giapponesi.

Tra le novità principali, nel senso di automobili note al mercato europeo, sono attese le nuove generazioni di Honda Accord e Jazz, Subaru Levorg, Toyota Mirai e GT86. I Costruttori non giapponesi, con i più famosi marchi europei e americani, sono quasi completamente assenti dal Salone di Tokyo, con le sole eccezioni di Alpina (con la nuova B3), Alpine, Mercedes, Renault e smart che però hanno annunciato novità importanti per l'occasione. Ma vediamo la situazione marchio per marchio.

Le novità di Tokyo

Marca Modello Modello Modello Modello Modello
Alpina
B3        
Daihatsu Tsumu Tsumu Wai Wai Waku Waku Ico Ico Toyota Copen GR Sport
Honda Jazz Accord Freed    
Lexus LF-30 Electrified LC Convertible      
Mazda MX-30        
Mitsubishi Mi-Tech Concept Super Height K-Wagon Concept      
Nissan IMk Ariya Concept Serena e-POWER Skyline con ProPILOT 2.0  
Subaru Levorg WRX STi      
Suzuki Waku Spo Hanare Every Combi Hustler concept Hustler concept
Toyota Yaris LQ concept Mirai concept e-Palette Ultra-compact BEV

Daihatsu

Daihatsu è ormai da anni il reparto minicar della Toyota. Da noi la sua storia è finita con la replica della Yaris a basso costo, ma Charade, a in Giappone è molto attiva e il Salone di Tokyo lo dimostra.

Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità

La TsumuTsumu è una proposta per un piccolo veicolo commerciale di nuova generazione.

Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità

La Daihatsu WaiWai è invece un minivan compatto e la WakuWaku un piccolo crossover con il tetto parzialmente apribile per caricare attrezzature sportive. Una Daihatsu sotto mentite spoglie è invece la Toyota Copen GR Sport, versione assettata e più grintosa della piccola spyder giapponese Copen.

Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità

Honda

Honda porta al debutto la quarta generazione della Jazz (in Giappone è nota come Fit) che ha un nuovo powetrain ibrido dedicato ai modelli compatti.

Nuova Honda Jazz

Sulla sua piattaforma, che è completamente nuova, verrà costruita anche la nuova HR-V per gli Stati Uniti, il minivan Freed, la Shuttle station wagon e una piccola berlina globale. Tornando alla Jazz, si caratterizza per lo spazio interno e per la versatilità dei sedili.

Lexus

Lexus LF-30 Electrified concept

A Tokyo la Lexus è presente con una concept di un concept 100% elettrico chiamato LF-30 Electrified che promette di racchiudere in sé il meglio della tecnologia, quanto a powertrain e guida autonoma.

Mazda

Per Mazda c'è il grande debutto della prima auto elettrica, la MX-30 in vendita il prossimo anno, ma ancora non sappiamo nulla rispetto alla tipologia di carrozzeria che vestirà.

Mazda MX-30

I prototipi visti su base CX-30 montavano una batteria da 35,5 kWh e un motore elettrico da 105 kW, ma Mazda ha dichiarato che ci sarà anche un range extender (forse un motore rotativo) dedicato soprattutto al mercato americano.

Mitsubishi

Mitsubishi presenta la Mi-Tech Concept, un crossover che usa un motore a turbina per alimentare quattro motori elettrici (uno per ruota). E' un sistema orientato alle prestazioni e il veicolo potrebbe essere un crossover coupé di impostazione sportiva.

Mitsubishi Mi-Tech concept

Questa concept sarà funzionale a mostrare la via dell'elettrificazione scelta da Mitsubishi, che presenta anche la Super Height K-Wagon Concept, ovvero l'anticipazione di una minicar per il mercato giapponese.

Mitsubishi Super Height K-Wagon Concept

Nissan

Anche Nissan prende la scossa e al Salone di Tokyo mostra il prototipo di una city-car chiamata IMk.

Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità

Le sue caratteristiche salienti sono il powetrain completamente elettrico, che porta anche al debutto una nuova piattaforma dedicata, e la capacità di parcheggiare autonomamente comunicando con il proprietario attraverso lo smartphone, come del resto si addice a un veicolo che fa parte della gamma Intelligent Mobility.

Da segnalare è anche il debutto della Nissan Ariya Concept, prototipo del prossimo SUV elettrico giapponese con 480 km di autonomia.

Subaru

In questa edizione del Salone di Tokyo Subaru si concentra soprattutto sul mercato interno, con un'anteprima della prossima generazione della Levorg, che dovrebbe diventare più muscolosa e sportiva, e un'edizione speciale della WRX STI, che probabilmente non verrà esportata al di fuori del Giappone.

Subaru Levorg Prototype

Quest'ultima è una specie di “final edition” di un modello la cui produzione terminerà presto e monta una versione super potente del classico 2.5 boxer turbo, probabilmente da oltre 350 CV.

Suzuki

Per Suzuki questo è un grande Salone di Tokyo, con almeno cinque anteprime mondiali già annunciate, che mostrano la visione e le ambizioni del brand riguardo l'elettrificazione e la guida autonoma.

Si parte con la Waku Spo, una minicar ibrida plug-in dal carattere sportivo in grado di cambiare parzialmente aspetto con un pulsante.

Suzuki Waku Spo Concept Lead

La Hanare è invece una specie di cellula per la guida autonoma, un minivan che sfrutta l'intelligenza artificiale.

Suzuki Hanare Concept

Poi ci sono due versioni della Hustler concept, un piccolo crossover pensato per l'utilizzo quotidiano oppure per le avventure fuori porta.

Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità

Infine è attesa una specie di nursery semovente, un minivan pensato per la cura dei bambini più piccoli, sia per poterli cambiare che per poterli allattare in situazioni dove non ci sono le strutture adatte.

Suzuki Every Combi

Toyota

Toyota presenta la concept LQ che si caratterizza per la presenza di un sistema di intelligenza artificiale e di assistenza virtuale di nuova generazione.

Ancora più importante e pronta al debutto europeo il prossimo anno è la nuova Yaris, basata sulla nuova piattaforma modulare GA-B e con motore 1.5  tre cilindri.

Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità

Ma c'è anche la concept della seconda generazione della Mirai, che diventa più grande, bella e prestazionale, scegliendo, peraltro, la trazione posteriore grazie alla piattaforma GL-A delle Lexus.

Nuova Toyota Yaris

Infine, è atteso anche un corposo restyling della GT 86, del minivan GranAce, il debutto della e-Palette a guida autonoma e l'anteprima mondiale della Ultra-compact BEV, versione quasi definitiva della citycar elettrica per il 2020.

Toyota BEV Ultra Compact

Fotogallery: Tokyo Motor Show 2019, tutte le novità