L'Avvocato la guidava a St. Moritz, dove la famiglia Agnelli aveva uno chalet

Non è l’auto con la valutazione maggiore, perché nell’asta c’è anche una Porsche 911 Speedster da almeno 165.000 euro, ma la Fiat Panda 4x4 del 1993 è quella più prestigiosa: il suo primo proprietario è stato infatti Gianni Agnelli, che usava l’utilitaria per muoversi nei dintorni di St. Moritz, dove l’Avvocato possedeva lo chalet Chasa Alcyon.

La Panda 4x4 verrà battuta all’asta venerdì 15 novembre a Torino dalla Bolaffi, che ne stima un prezzo fra 20.000 e 30.000 euro.

Fotogallery: La Fiat Panda 4x4 di Gianni Agnelli

Il restauro è della Garage Italia

La Panda 4x4 è di colore argento metallizzato e ha i doppi profili blu e neri tipici delle auto fatte personalizzare da Agnelli. L’utilitaria è stata riportata in condizioni pari al nuovo dalla Garage Italia , l’atelier fondato da Lapo Elkann (nipote dell’Avvocato) specializzato in questo genere di restauri, che ha deciso di rivestire i sedili ed i pannelli porta con tessuti di colore blu dell'azienda tessile Vitale Barberis Canonico, nota per essere il più antico lanificio italiano (fra i clienti c’era pure Agnelli).

Quattro proprietari in 26 anni

L’Avvocato è rimasto proprietario della Panda 4x4 fino al 2001, e da allora l’utilitaria ha cambiato tre altri proprietari. Il cambio e il sistema di trazione integrale sono in ottime condizioni, stando alla Bolaffi, che dice lo stesso del piccolo motore 4 cilindri 1.1 da 54 CV.

Chissà se anche l'esemplare messo a disposizione di Agnelli accusava problemi di ruggine, fra i difetti più comuni per la Panda 4x4, come ci aveva raccontato Andrea nel suo Perché comprarla... Classic.

Fotogallery: La Fiat Panda 4x4 di Gianni Agnelli