Dopo averla riportata all'utile, il manager milanese “continuerà a far parte del Gruppo Volkswagen fino a nuovo avviso”

Luca de Meo ha lasciato la presidenza di Seat, marchio spagnolo del Gruppo Volkswagen che guidava con successo dal 2015. Il suo posto verrà occupato momentaneamente da Carsten Isensee, vice-presidente della divisione finanziaria della casa catalana. De Meo, è scritto nel breve comunicato stampa, “continuerà a far parte del Gruppo Volkswagen fino a nuovo avviso”.

Verso il terzo gruppo europeo dell'auto

La notizia non arriva a sorpresa, perché da settimane si rincorrono indiscrezioni sul passaggio di de Meo alla guida del Gruppo Renault, alla ricerca di un nuovo amministratore delegato dopo aver tolto l’incarico l’11 ottobre a Thierry Bolloré, nominato a gennaio 2019 dopo l’arresto di Carlos Ghosn.

Per de Meo, se le indiscrezioni fossero corrette, si profila quindi un incarico prestigioso ma delicato, perché il Gruppo Renault è terzo in Europa per auto vendute ma subisce l’influenza del Governo francese, principale azionista con il 15,01% delle quote.

Ritorno al passato

Per De Meo, milanese di 53 anni, l’eventuale passaggio al Gruppo Renault sarebbe un flashback, perché il colosso francese fu la sua prima importante esperienza lavorativa dopo la laurea in Economia. Da quel momento ha intrapreso una lunga carriera nel mondo dell'auto, passando da Toyota, al Gruppo Fiat e infine al Gruppo Volkswagen, dove ha curato il marketing per Volkswagen, si è occupato delle vendite per Audi e assunto la presidenza di Seat.