Si tratta forse dell'auto più lussuosa che si possa trovare in Cina e la cosa sorprendente è il prezzo

In Cina si trova praticamente di tutto, dalle copie di automobili sportive a marchi interessanti con tecnologie e motori di produzione europea (come Geely). Ci sono anche modelli sontuosi che mirano a competere contro il meglio del Vecchio Continente quando si parla di ammiraglie. La Hongqi H9 appartiene sicuramente a quest'ultima categoria.

Si tratta di una limousine lunga 5,2 metri con un passo che arriva a 3 metri. Anche lei come buona parte delle auto cinesi prende ispirazione dal design di modelli europei. In questo caso da Maybach, Cadillac e persino Rolls-Royce a giudicare dalle foto.

Profeta in patria

Probabilmente è una delle auto più lussuose del Paese ed è stata realizzata da una delle aziende più antiche della Cina. Questa è anche una delle più specializzate quando si parla del settore premium. Il suo nome è Hongqi ed è stata fondata nel 1958, mentre oggi appartiene al Gruppo FAW.

Fotogallery: Hongqi H9, la super berlina cinese che sa di copia

La berlina in questione è un mezzo di rappresentanza che costa meno di una Audi A6, una BMW Serie 5 o una Mercedes Classe E. Nonostante ciò aspira a rubare numeri in questa fetta di mercato a modelli come l'Audi A8, la BMW Serie 7 e la Mercedes Classe S.

L'abito fa il monaco?

Per quanto riguarda l'estetica l'auto è piuttosto elegante, anche se si è un po' abusato dei componenti cromati, cosa che, d'altra parte, fa impazzire i cinesi. Da notare la striscia LED sul lato anteriore, che unisce i due proiettori con tecnologia matrix e circonda la griglia sottostante.

Sul lato spiccano le maniglie delle porte a filo con il corpo vettura e gli enormi cerchi in lega da 20". Nella parte posteriore, invece, si fa notare il doppio scarico.

Hongqi H9 2020, limusina china

L'abitacolo è rivestito in plastica morbida e materiali premium, come pelle e simil-radica. Non mancano due grandi schermi, uno per la strumentazione e l'altro per il sistema di infotainment, così come controlli touch e una disposizione delle sedute a quattro posti singoli.

L'esperienza a bordo appare piacevole, sia per lo spazio che per i servizi. I sedili reclinabili e regolabili elettricamente, ad esempio, hanno anche la funzione di massaggio.

Hongqi H9 2020, limusina china

Sotto il cofano

Naturalmente non ci sono motori V12 a listino e la Hongqi H9 si accontenta di due propulsori turbo più modesti. Infatti, la base è spinta da un blocco a quattro cilindri da 2,0 litri, che eroga 252 CV, mentre il 3,0 litri è un V6 da 272 CV (bravi se vi è venuta in mente Audi). 

Non manca la trazione posteriore, le sospensioni pneumatiche e le tecnologie di guida semi-autonoma (ADAS 2.0). Dopo la sua presentazione all'inizio di quest'anno, l'Hongqi H9 è già in vendita in Cina, ad un prezzo che varia dai 350.000 ai 500.000 Yuan, ovvero tra 45.500 e 65.000 euro al cambio attuale. Non sono pochi, vero, ma per cifre del genere di solito si fatica a comprare una berlina di segmento E in Europa a seconda dell'allestimento.