Classe 1984, forme squadrate e il propulsore al posto dei sedili posteriori

La Honda Civic di terza generazione della metà degli anni '80 è una vettura che con le sue forme squadrate, quasi futuristiche, ha e continua ad attirare l’attenzione di diversi appassionati. È ancora in circolazione un esemplare in ottimo stato, la cui intera conversione a motore centrale è stata effettuata da un costruttore di Washington tra il 1987-1992.

Da allora, questa Honda è passata attraverso molti proprietari fino a quando l'ultimo non decise di venderla. Attualmente è all'asta negli Stati Uniti da Bring a Trailer e le offerte hanno già superato gli oltre 35.000 dollari (più di 29.500 euro al cambio attuale).

Via i sedili posteriori, largo al motore

Per realizzare questa potente Civic hatchback a motore centrale sono state necessarie alcune rivoluzioni al suo interno. Il serbatoio del carburante è stato spostato nell'ex vano motore che ora ospita anche la batteria, una cassetta degli attrezzi e una ruota di scorta pieghevole.

Fotogallery: Un motore Acura da 2.5 litri ora è un V6 J32A2 da 3.2 litri

L’originario motore Acura da 2.5 litri è stato sostituito con un V6 J32A2 da 3.2 litri proveniente da una Acura CL Type S. Tale propulsore, abbinato ad un cambio manuale a sei rapporti, si trova ora al posto dei sedili posteriori, montato in un vano isolato e rivestito di moquette. Per ospitarlo è stato necessario anche costruire un sottotelaio posteriore su misura.

L’asta si conclude tra pochi giorni

Il 4 settembre verrà decretato il vincitore dell’asta. Sarà interessante vedere fino a quanto sarà disposto a spendere per aggiudicarsi questo cimelio della storia.