I tre capolavori aerodinamici di Bertone sono in vendita in lotto unico a New York il 28 ottobre

Un'occasione unica per tutti i grandi collezionisti di auto e in particolare per quelli appassionati di prototipi e show car. Il trio di concept Alfa Romeo B.A.T. 5, 7 e 9 opera della Carrozzeria Bertone dal 1952 al 1954 è in vendita all'asta da RM Sotheby's per un valore stimato fra gli 11,9 e i 17 milioni di euro.

Si tratta di un lotto unico che comprende le tre auto disegnate da Franco Scaglione come progetto Alfa Romeo Berlina Aerodinamica Tecnica (B.A.T.) e sarà battuta all'asta Contemporary Art Evening Sale di Sotheby's Fine Art che si terrà il prossimo 28 ottobre a New York.

Icone di stile aerodinamico

Riconosciute come icone del design auto più audace e spettacolare del ventesimo secolo, le Alfa Romeo B.A.T. 5, B.A.T. 7 e B.A.T. 9 (presentate rispettivamente al Salone di Torino 1953, 1954 e 1955) sono capolavori di un'idea aerodinamica ancora in fase embrionale.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 5, 7 e 9 by Bertone all'asta

A fare da base alle tre show car firmate Bertone c'è l'Alfa Romeo 1900, una berlina che difficilmente si può riconoscere sotto le lamiere contorte di queste concept estreme. Nello specifico si tratta di una 1900C col quattro cilindri da 90 CV che col cambio manuale a 5 marce spinge i tre prototipi fino ai 200 km/h.

Un Cx bassissimo, fino a 0,19

Scendendo un po' più nel dettaglio vediamo che la B.A.T. 5 del 1953 ha un Cx di 0,23 che la pone ai livelli delle migliori berline aerodinamiche di oggi, ma con carrozzeria curvilinea, frontale scavato, pinne posteriori avvolgenti, ruote coperte e un abitacolo vetrato molto arrotondato e basso.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 5 by Bertone (1953)

La seconda delle Alfa Romeo Berlina Aerodinamica Tecnica di Bertone è la Alfa Romeo Berlina Aerodinamica Tecnica è la B.A.T. 7 del 1954 che enfatizza alcuni tratti della prima versione allargando le prese d'aria frontali, abbassando il cofano di 5 cm e allungando le pinne di coda. Il risultato è ancora una volta spettacolare e offre forse l'interpretazione più pura ed elegante dell'aerodinamica prima della galleria del vento, con un Cx record di 0,19.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 7 by Bertone (1954)

Con la B.A.T. 9 del 1954 cresce l'interesse di Alfa Romeo che collabora allo sviluppo in vista di applicazioni sulle auto di serie. Franco Scaglione adegua il design all'utilizzo stradale riducendo le pinne in coda e aggiungendo un frontale in stile Giulietta "assottigliato". Ne scaturisce un prototipo credibile anche per la piccola produzione e per la prima volta con lo storico scudetto Alfa Romeo, ma la storia B.A.T. finisce qui con una coda moderna nella B.A.T. 11 del 2008.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 9 by Bertone (1955)