A dirlo è direttamente la Casa bavarese, che annuncia anche la versione elettrica chiamata iX1

La nuova generazione di BMW X1 l’abbiamo vista per l’ultima volta a settembre, ancora pesantemente camuffata, parlando di un suo probabile debutto tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

Una previsione facile tenendo conto che l’attuale generazione è arrivata nel 2015, e ora confermata in maniera ufficiale direttamente dalla Casa bavarese, che ha indicato il 2022 come anno di debutto della terza generazione del proprio crossover compatto.

Anche elettrica

Un annuncio contenuto in un lungo comunicato stampa nel quale BMW ha parlato dei propri piani di ristrutturazione, come ad esempio il trasloco della produzione dei motori a combustione nelle proprie fabbriche in Austria e Regno Unito per fare spazio alle nuove unità elettriche.

Fotogallery: BMW X1, le foto spia della nuova generazione

Unità che muoveranno anche la nuova BMW X1 che, come la sorella maggiore X3 e la stragrande maggioranza della gamma dell’Elica, sarà disponibile sia con classici motori benzina e diesel, sia in versione 100% elettrica, chiamata iX1.

Per la produzione della nuova X1 è stato scelto lo stabilimento tedesco di Regensburg, dal quale usciranno tutte le versioni del crossover compatto, seguendo il piano che prevede almeno un veicolo completamente elettrico nelle linee di assemblaggio di ciascuno dei suoi stabilimenti tedeschi.

Tra questi ci sono Monaco di Baviera e Dingolfing, dove le BMW i4 e iX saranno prodotte a partire dal prossimo anno, così come lo stabilimento di Lipsia, dove sarà assemblata la Mini Countryman di nuova generazione assieme alla sua versione a zero emissioni.

Come cambierà

Per capire come cambierà la BMW X1 con la terza generazione dobbiamo affidarci unicamente alle foto spia, che mostrano un muletto apparentemente simile all’attuale generazione nell’aspetto, ma con misure sensibilmente cresciute. A fare da base ci sarà una versione modificata della piattaforma BMW a trazione anteriore (UKL2), con la possibilità di avere anche la trazione integrale.

Ci saranno naturalmente nuove soluzioni per l’infotainment e per gli ADAS, con sistemi avanzati derivati dalle sorelle maggiori.