Il 2.0 è supportato da un sistema elettrico a 48 V. Con 330 CV complessivi le prestazioni e l’esperienza di guida restano “da Maserati”

La spinta all’elettrificazione riguarda ormai sempre più segmenti. Quella che fino a qualche anno fa era una prerogativa (quasi) esclusiva di city car e vetture di bassa cilindrata, ormai è un “must-have” anche per le auto di lusso e con potenti motori a benzina e gasolio.

Le Case hanno scoperto, infatti, come sposare alla perfezione l’unità termica con quella elettrica nelle varie declinazioni mild, full e plug-in hybrid.

Per i suoi modelli, Maserati ha scelto l’elettrificazione più “leggera”. Il futuro del Tridente è stato avviato con la Ghibli Hybrid e prosegue ora con la Levante Hybrid presentata al Salone di Shanghai.

Una “spinta” elettrica in ogni situazione

Il powertrain della Levante è mutuato dalla Ghibli Hybrid e si compone di un motore termico 2 litri a 4 cilindri supportato da un sistema da 48 Volt che consente di recuperare l’energia durante la fase di frenata.

Maserati Levante Hybrid (2021)

In questa architettura il BSG (Belt Starter Generator) svolge la funzione di un alternatore “inviando” l’energia acquisita in decelerazione direttamente alla batteria posta nel vano bagagli. A sua volta, la batteria alimenta il compressore elettrico (denominato eBooster) che fornisce l’energia extra al motore.

Maserati Levante Hybrid (2021)

In sostanza, l'eBooster supporta il turbocompressore classico nell’erogazione della potenza ai bassi regimi. Nella modalità di guida Sport, l’extra boost garantisce una maggiore reattività dell’auto, mentre nella Normale, l’unità elettrica dà equilibrio a consumi e prestazioni.

Tutto ciò si traduce in una riduzione di emissioni di CO2 del 18% rispetto all’omologa versione a benzina 3.0 da 350 CV e del 3% rispetto al diesel 3.0 da 250 CV, secondo i dati WLTP.

Maserati Levante Hybrid (2021)

Entrando nello specifico, il motore eroga 330 CV complessivi e una coppia di 450 Nm, di cui il 90% è disponibile già a 1750 giri/min. Le prestazioni rimangono da vera sportiva con una velocità massima superiore ai 240 km/h e lo 0-100 km/h coperto in 6 secondi.

I valori sono praticamente identici alla versione a benzina da 350 CV, ma con consumi ridotti del 18%. A contribuire all’efficienza della Levante Hybrid è anche la funzione “sailing”. A velocità costante, l’auto “veleggia” disattivando i cilindri nella modalità di guida Advanced Efficiency.

Nonostante il passaggio all’ibrido, i puristi Maserati non rimarranno delusi. La Casa assicura che il sound non ha subito variazioni e che non sono utilizzati degli amplificatori. Inoltre, dato che la batteria è posizionata nella zona posteriore, il bilanciamento dei pesi non risulta alterato

  • Motore: mild hybrid BSG 48V
  • Cilindrata: 1.998 cc
  • Alesaggio x Corsa:  84x90 mm
  • Rapporto compressione:  9,5:1
  • Cilindri: 4
  • Iniezione: diretta a 200 bar
  • Turbo: mono-scroll con e-Booster
  • Multiair: 1 albero a camme
  • Batteria: ioni di Litio 48V da 0,5 kWh
  • Potenza: 330 CV @5.750 rpm
  • Coppia:  450 Nm @4.000 rpm
  • Cambio: automatico ZF 8 marce
  • Trazione: integrale con LSD
  • Sospensioni: quadrilateri ant., multilink post.
  • Pneumatici: 265/50 R19
  • Bagagliaio: 580 litri
  • Serbatoio: 80 litri
  • Peso: 2090 kg
  • 0-100 km/h: 6 secondi
  • Vel. max: 240+ km/h
  • Consumo: In attesa di certificazione WLTP
  • CO2: 231-252 g/km

Come cambia fuori e dentro

Il SUV ibrido Maserati è distinguibile da alcuni dettagli che caratterizzano gli esterni e l’abitacolo. Gli elementi in blu cobalto connotano le versioni ibride e li ritroviamo sulle prese d’aria laterali, sulle pinze dei freni e sul logo riportato sul montante posteriore. Lo stesso colore si ritrova nelle cuciture che ricamano i sedili.

Maserati Levante Hybrid (2021)
Maserati Levante Hybrid (2021)

La variante Hybrid è disponbile nella versione GT che si presenta coi dettagli estetici Gran Lusso e con lo Sport Pack disponibile come optional. Nella GT troviamo le finiture cromate sui paraurti e sulla calandra e la scritta GT posizionata vicino alle prese d’aria laterali. Gli interni, invece, vedono la presenza della pelle Standard Grain e degli elementi in Piano Black.

Maserati Levante Hybrid (2021)

La GT è offerta di serie con l’impianto audio da 180 W e 8 altoparlanti. Si possono richiedere come optional l’Harman Kardon da 14 altoparlanti e amplificatore da 900 W e l’Ultra-Premium Surround Sound Bowers & Wilkins da 17 altoparlanti e 1280 W.

La Levante Hybrid è stata presentata col nuovo colore blu metallizzato chiamato Azzurro Astro che si aggiunge alle tinte già disponibili per la Levante Tradizionale. Inoltre, la gamma dei colori vedrà presto l’aggiunta del Grigio Evoluzione, già visto sulla Ghibli Hybrid.

Maserati al Salone di Shanghai 2021

Sportiva e fuoristrada

Nella Levante Hybrid troviamo tutte le soluzioni tecniche montate sulle versioni tradizionali del SUV. Non manca quindi la trazione integrale intelligente Q4 che, partendo da un’impostazione posteriore, ha l’obiettivo di inviare automaticamente la potenza anche alle ruote anteriori se viene rilevata una scarsa aderenza al fondo stradale.

Presenti anche il differenziale LSD sull’asse posteriore e il torque vectoring. Nello specifico, quest’ultimo distribuisce più coppia alle ruote esterne frenando leggermente quelle interne per migliorare l’esperienza di guida.

Maserati Levante Hybrid (2021)

Anche nella versione Hybrid, la Levante conserva le sue proprietà da auto per il fuoristrada non troppo impegnativo. La geometria delle sospensioni pneumatiche è ripresa dalla Ghibli, ma con modifiche significative in ottica SUV. Tra gli adeguamenti troviamo un aumento della corsa e molle ritarate per gestire impieghi più gravosi.

Oltre al miglioramento del comfort, le sospensioni abbassano automaticamente l’assetto dell’auto durante la marcia alle velocità medio-alte per ridurre la resistenza aerodinamica, ridurre consumi ed emissioni e migliorare la stabilità con un baricentro più basso.

Il guidatore può comunque regolare manualmente l’altezza in diverse configurazioni passando dalla modalità Aero 1 (-20 mm rispetto all’altezza di partenza) fino ad arrivare alla Off Road 2 (+40 mm per un totale di 247 mm di luce da terra), la più adeguata ad affrontare il fuoristrada.

Maserati Levante Hybrid (2021)

Tecnologia per la sicurezza e l’intrattenimento

Nella Maserati Levante Hybrid la tecnologia è ben presente anche nei sistemi di assistenza alla guida. L’Active Drive Assist è attivo fino a 145 km/h e combina il cruise control adattativo col sistema di mantenimento per la corsia per far viaggiare l’auto adeguando la velocità in autonomia.

Maserati Levante Hybrid (2021)

Il sistema si avvale di un radar e una telecamera che mantengono la Levante in traiettoria e a distanza di sicurezza dal veicolo che la precede. In ogni caso, il guidatore deve sempre tenere le mani sul volante e può intervenire in qualsiasi momento per prendere il controllo dell’auto.

Lo schermo centrale da 8.4” incorpora l’ultima generazione del Maserati Intelligent Assistant. Il sistema d’infotainment utilizza il sistema operativo Android per rendere più intuitivo e chiaro l’utilizzo delle varie funzioni.

Inoltre, anche la Levante Hybrid è totalmente connessa grazie al programma Maserati Connect. L’app è utilizzabile da smartphone e smartwatch o attraverso gli assistenti virtuali Amazon Alexa e Google Assist. L’applicazione consente di avere informazioni in tempo reale sulla propria Maserati, di utilizzare i servizi di Alexa quando si è a bordo e di avere mappe del navigatore costantemente aggiornate.

Fotogallery: Maserati Levante Hybrid (2021)