La presentazione della Bentayga ibrida plug-in nel 2019 ha segnato un punto di svolta per Bentley. Il primo modello elettrificato della Casa ha dato il via alla strategia ad emissioni zero della B alata, i cui piani prevedono l’elettrificazione di tutta la gamma entro il 2023, dopodiché verrà sviluppata la prima Bentley totalmente elettrica.

Ora, in un’intervista di CAR Magazine, il CEO di Bentley Adrian Hallmark ha spiegato nello specifico quali saranno prossimi passi del marchio inglese.

La sinergia con Audi

La notizia principale è che la prima Bentley elettrica sarà sviluppata sulla piattaforma Artemis del Gruppo Volkswagen, sulla quale stanno già lavorando gli ingegneri di Audi. Si tratterà di un SUV e sarà il primo di una serie che porterà Bentley ad offrire una gamma 100% ad emissioni zero entro il 2030.

Bentley Bentayga - Ricarica ibrida
Bentley Bentayga Hybrid

Nell’ottica di elettrificare la gamma, stiamo aumentando la nostra sinergia con Audi. Il legame con Audi per noi rappresenta un’opportunità per arrivare velocemente al nostro obiettivo 

ha spiegato il CEO inglese.

Gamma ibrida plug-in, poi arriva l’elettrica

L'arrivo del SUV elettrico di Bentley è atteso per il 2025 e, come spiega Hallmark 

“È una data ragionevole, siamo ancora preoccupati dal peso che potrebbe avere il modello. Tuttavia, stiamo vedendo un rapido sviluppo nella tecnologia delle batterie e confidiamo di riuscire a produrre un modello leggero e aerodinamico. I motori elettrici sono la scelta giusta per Bentley: silenziosi, con tanta potenza e dotati di prestazioni eccellenti

Il 2025 rappresenta quindi un punto di arrivo e di partenza: nei prossimi 4 anni infatti verranno lanciate le versioni ibride plug-in di Flying Spur e Continental GT, così da rimpolpare la gamma elettrificata in attesa della prima auto elettrica con la B alata sopra il cofano.

Fotogallery: Bentley Bentayga restyling, ecco l’ibrida plug-in