La Casa giapponese annuncia la sua strategia “green”. Dal 2022 ci sarà anche la guida autonoma su alcuni modelli

Mazda è un brand che già da diversi anni ha implementato nella propria gamma dei modelli mild hybrid come la Mazda3 e la crossover elettrica MX-30. Ora la Casa giapponese ha chiarito ulteriormente la propria strategia per il futuro e ha fissato per il 2050 la data entro la quale raggiungere la neutralità carbonica nei suoi processi produttivi.

La strategia fino al 2030

Per raggiungere quest’obiettivo, il brand investirà sempre di più in modelli completamente ibridi ed elettrici. Tra il 2022 e il 2025, quindi, vedremo almeno 5 nuovi modelli ibridi (mild o full), 5 ibride plug-in e 3 100% elettriche. Queste nuove Mazda arriveranno in Giappone, Europa, Stati Uniti, Cina e nel Medio Oriente.

Mazda, la piattaforma Skyactiv EV per i modelli elettrificati
Mazda, la piattaforma Skyactiv EV

Alla base dei futuri modelli ci sarà la piattaforma Skyactiv EV, un’architettura modulare dedicata ai veicoli elettrici. Verrà inaugurata nel 2025 con un nuovo modello e rappresenterà le fondamenta di tutte le nuove Mazda che usciranno fino al 2030.

Tra motore rotativo e guida autonoma

La Casa giapponese ha già pronto il ritorno del motore rotativo montato in passato su RX-7 e RX-8. A differenza di queste, però, il propulsore non avrà "velleità" da auto sportiva, ma verrà montato su una versione ibrida della MX-30, attualmente in vendita nella sola variante elettrica da 145 CV.

Oltre che sul fronte dell’elettrificazione, Mazda è al lavoro anche sulla guida autonoma. Il brand sta sviluppato il sistema d'assistenza “Mazda Co-Pilot Concept” che verrà equipaggiato sui modelli d’alta gamma a partire dal 2022. Il costruttore ha anticipato che, grazie a questo sistema, l’auto sarà in grado di frenare automaticamente in caso di perdita di controllo da parte del conducente.

Fotogallery: Mazda, la piattaforma Skyactiv EV per i modelli elettrificati