Come sarà il rally del futuro? A darne un’anticipazione è l’Audi RS Q e-tron, ossia il prototipo elettrico con range extender che nel gennaio 2022 parteciperà alla Dakar, la corsa fuoristrada più estrema al mondo. Dopo i test in Germania e Spagna, il team tedesco ha messo alla prova il concept in Marocco. Ecco come se l’è cavata tra le dune e il caldo torrido.

Scalda i muscoli per la Dakar

Grazie ai test nel Nord Africa, Audi ha potuto raccogliere dati ancora più verosimili su quello che attende la RS Q e-tron. Qui il prototipo ha attraversato il deserto con temperature oltre i 40°C e ritrovandosi nel bel mezzo delle tempeste di sabbia.

Audi RS Q e-tron

A contribuire allo sviluppo del prototipo hanno partecipato i tre equipaggi ufficiali, ossia Stéphane Peterhansel col navigatore Edouard Boulanger, Carlos Sainz con Lucas Cruz e Mattias Ekstrom con Emil Bergkvist.

Il project manager Dakar di Audi Sport racconta le sue impressioni:

“Alla Dakar ci saranno temperature più basse, ma abbiamo comunque voluto portare la vettura al limite. Componenti come le MGU non sono progettate per un utilizzo costante a oltre 40°C, così come trasmissione e powertrain.

Le informazioni e gli inconvenienti che abbiamo riscontrato ci serviranno per affinare la gestione termica dell’intera vettura. Tutto il know-how acquisito nel corso dei test verrà condiviso coi colleghi impiegati nella progettazione dei modelli di serie”.

Due motori elettrici (con l’aiuto di un TFSI)

L’Audi è dotata di tre powertrain derivati dalla monoposto Audi e-tron FE07 di Formula E. Si tratta di due unità elettriche (una per ogni asse) che generano trazione e 680 CV di potenza e una terza componente termica che funge da “range extender”.

Audi RS Q e-tron

Un propulsore quattro cilindri turbo TFSI, preso in “prestito” dalle auto che corrono nel DTM (il Campionato Tedesco Turismo), agisce come generatore per contribuire alla carica della batteria ad alto voltaggio, soprattutto in fase di frenata. La soluzione si è resa necessaria dato che nel deserto non è ovviamente possibile attingere ad una fonte d’energia.

In ogni caso, Audi assicura che la RS Q e-tron definitiva sarà ancora più curato rispetto al prototipo. Il primo esemplare (quello con telaio 104) che correrà alla Dakar è in fase di assemblaggio dl Competence Center Audi Motorsport di Neuburg der Donau.

 

Fotogallery: Audi RS Q e-tron