L’Alfa Romeo SZ è uno dei modelli più ricercati del marchio del Biscione, prodotto dal 1989 al 1991 in 1.036 esemplari in collaborazione con la carrozzeria Zagato nello stabilimento di Terrazzano di Rho. 

Un esemplare in versione coupé con appena 1.300 km all'attivo è in vendita presso la Casa d’aste Bonhams (The Zoute Sale, 10 ottobre, Belgio) a un prezzo compreso, come stima d'asta, tra i 60 mila e i 90 mila euro.

Alfa Romeo e Zagato, magico connubio

Presentata al Salone di Ginevra del 1989, la SZ (Sprint Zagato) è frutto della partnership con la carrozzeria milanese, azienda che aveva già prodotto una serie di modelli tra gli Anni ’50 e ’60 per Alfa Romeo. Il progetto ha coinvolto i reparti stile della Casa del Biscione e di Fiat, il cui designer Robert Opron è stato responsabile dei bozzetti iniziali, mentre Antonio Castellana si è occupato degli interni e della finitura dei dettagli. 

Alfa Romeo SZ del 1991 all'asta
Alfa Romeo SZ del 1991 all'asta

Nota come ES 30 (acronimo di Experimental Sports 3.0 litri), ma conosciuta anche come il soprannome “Il Mostro" era realizzata con una carrozzeria in materiale termoplastico Modar prodotto dall’italiana Carplast e dalla francese Stratime.

Derivata dall'Alfa Romeo 75 da corsa

La meccanica e il pianale derivati dall'Alfa Romeo 75 Turbo IMSA riprendevano lo schema transaxle con trasmissione installata al posteriore e retrotreno con ponte De Dion. Sotto il cofano trova spazio lo storico V6 Busso da 3 litri a 12 valvole che sviluppava 210 CV di potenza con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7 secondi e una velocità massima di 245 km/h.

Alfa Romeo SZ del 1991 all'asta

Le sospensioni erano state curate da Giorgio Pianta, ingegnere ed ex pilota e team manager delle squadre corse del Gruppo Fiat, con l’introduzione di silentblock in politetrafluoroetilene (Teflon) per ridurre il rollio e migliorare la maneggevolezza sullo sconnesso e nei cambi di direzione. Gli ammortizzatori idraulici erano regolabili per variare l’altezza da terra e i freni derivati dalla 75 Turbo Evoluzione non erano dotati del sistema ABS.

Solo 1.300 km percorsi

L’Alfa Romeo SZ in questione era stata consegnata nuova in Italia e immatricolata per la prima volta nel 1994. Si presenta in condizioni pressoché di fabbrica sia per quanto riguarda la carrozzeria che per quanto riguarda gli interni, avendo percorso solamente 1.300 km.

Alfa Romeo SZ del 1991 all'asta
Alfa Romeo SZ del 1991 all'asta

Un modello raro molto apprezzato dai collezionisti del marchio del Biscione il cui valore è incrementato dalla presenza di una serie di manuali originali del proprietario e dai documenti d'immatricolazione italiani.

Fotogallery: Foto - Alfa Romeo SZ del 1991 all'asta