Per chiunque ami il drifting o in generale i sovrasterzi di ogni tipo, sicuramente saprà che le regole di base sono due: servono vetture a trazione posteriore, e se possibile col peso ridotto per migliorare la maneggevolezza. Dunque una vettura a trazione integrale di oltre 2.300 kg non è adatta a tutto questo, giusto?

Sbagliato, secondo Bentley. E ha deciso di dimostrarlo con un video girato in una base aerea della Nato abbandonata, in Sicilia: qui una Continental GT Speed ha derapato ovunque possibile, dimostrando che con un'auto superlussuosa ci si può benissimo divertire al volante.

Drift a trazione integrale

Il video - che potete vedere direttamente qui sotto - ha un nome molto semplice: "Continental Drift". In sostanza sono protagoniste le doti prestazionali della Continental GT Speed, la punta di diamante di Bentley. Solo che anziché giocare con l'accelerazione o la velocità massima come al solito, stavolta la Casa inglese ha optato per i traversi.

Non è una novità vera e propria che una trazione integrale sappia sovrasterzare, la dimostrazione di ciò l'abbiamo già avuta ben chiaramente a partire dalle auto da rally del Gruppo B negli Anni '80.

A stupire in realtà è che un'auto di lusso, dal peso certamente non contenuto, sia capace di far divertire alla guida ed essere maneggevole fino a tal punto, il che è inaspettato se si pensa che questi modelli vengono sviluppati soprattutto per chi occupa i sedili posteriori. Un bel modo di contraddire chi sostiene che "le auto moderne non sappiano più divertirsi".

Il luogo adibito al drifting della Continental è una base aerea Italiana della Nato, più precisamente in Sicilia, in cui Bentley si trovava per via del recente Global Media Drive della GT Speed.

La base era nota come Comiso Air Station ed era stata fondata nel 1936, per poi essere ricostruita negli Anni '80 diventando la più grande base aerea Nato dell'Europa Meridionale. Qui venivano tenuti ben 112 missili da crociera terra-aria dotati di una testata nucleare ciascuno. La base venne poi abbandonata a fine Anni '90.

Foto - Bentley Continental GT Speed Drift Film

Un'ospite tutta italiana

Nel video lo noterete sicuramente, ci sono ben due cameo piuttosto importanti per noi Italiani: due Fiat Panda d'epoca, di cui una non proprio in forma - è ferma e assalita dalla ruggine - mentre l'altra, una Sisley 4x4 rossa, è in perfette condizioni e sfreccia per qualche secondo davanti alla Bentley.

Foto - Bentley Continental GT Speed Drift Film

Si può dire che questo dimostra chiaramente che il video è stato girato in Italia (nel caso il giornale "La Sicilia" non fosse abbastanza come prova), ma forse è anche una specie di tributo al Bel Paese da parte di Bentley: dopotutto, chiunque sa che gli italiani sono un po' tutti amanti del "buon vecchio Pandino", la leggenda indistruttibile per definizione - a parte per l'esemplare bianco arrugginito che si vede a inizio video, a quanto pare.

Fotogallery: Foto - Bentley Continental GT Speed Drift Film