Una DS 7 Crossback unica al mondo per il presidente francese Emmanuel Macron. La nuova aggiunta della flotta presidenziale è proprio lei, la DS 7 Crossback Elyseé è stata modificata appositamente per rappresentare la massima espressione del lusso e del comfort francesi. Si tratta del secondo crossover marchiato DS ad entrare nel parco auto presidenziale dopo la versione Présidentiel del 2017.

Un ufficio su ruote

La modifica principale della DS 7 Crossback Élysée il passo allungato di 20 cm che porta il totale a 2,94 metri, mentre la lunghezza dell’auto è di 4,79 m. Le dimensioni aggiuntive riguardano interamente la zona dei passeggeri posteriori, i quali possono sfruttare uno spazio per le gambe complessivo di oltre 54 cm.

DS 7 Crossback Élysée
DS 7 Crossback Élysée

I sedili posteriori sono separati da un bracciolo rivestito in alcantara e sono rifiniti in pelle Basalt Black. All’interno del bracciolo sono presenti le postazioni di ricarica per lo smartphone, porte USB, un portadocumenti e tutti i comandi per gestire tutti i comfort di bordo.

Ibrida ed istituzionale

Esteticamente, la DS 7 Crossback presidenziale si riconosce per i lampeggianti frontali rossi e blu e i portabandiera sui passaruota. Esclusivi anche i cerchi in lega da 20” e una speciale antenna per le comunicazioni del presidente.

A muovere il lussuoso crossover è il powertrain ibrido plug-in E-Tense da 300 CV con trazione integrale che consente di percorrere più di 50 km ad emissioni zero.

DS 7 Crossback Élysée

La Élysée ha fatto il suo debutto negli scorsi giorni durante la cerimonia di commemorazione dell’armistizio dell’11 novembre 1918.

Oltre al rapporto stretto con la presidenza francese, DS ha avviato una collaborazione con la marina d’Oltralpe. La postazione di comando della portaerei Charles De Gaulle, infatti, è realizzata basandosi sul sedile della DS 9.

Fotogallery: DS 7 Crossback Élysée