Quanto conta la leggerezza su un'auto? C'è chi la ricerca come prima cosa, chi della leggerezza ne fa un tratto inconfondibile del proprio DNA. Un qualcuno come Caterham, la piccola Casa inglese nata dalle ceneri della Lotus Seven, tenuta in vita fino a oggi col classico - semplicissimo - look e una maniacale ricerca per mantenere l'auto il più leggera possibile.

Un modello unico a dar vita a una gamma che con la top di gamma non raggiunge i 700 kg di peso, a fronte di una potenza 240 CV. Un peso piuma capace di cazzotti da k.o. (lo 0-100 si copre in 3,9") al cui orizzonte c'è - come per tutti - la pesante prospettiva di un futuro elettrico, passaggio obbligato per sopravvivere in un mondo che deve fare i conti con emissioni nocive e riscaldamento globale. E non importa che si tratti del colosso da milioni e milioni di auto prodotte all'anno o di piccoli costruttori, le emissioni zero sono un obiettivo comune.

Di questo e altro abbiamo parlato Olivier Jouanne, responsabile vendite e sviluppo nuovi business di Caterham, incontrato in quel di Milano in occasione dell'annuncio della partnership tra la Casa inglese e Romeo Ferraris, nuovo rivenditore ufficiale della gamma di Dartford.

Caterham 485
Caterham 485

Elettrico si

Una chiacchierata immersi nella cornice della sede di Romeo Ferraris, circondati dalle creature del preparatore milanese, dall'esagerata FatFive - la Abarth 500 da 248 CV - all'Alfa Romeo Giulia elettrica che corre nell'ETCR, passando per modelli di vari brand appartenenti ai numerosi clienti del preparatore meneghino, ai quali si affianca la gamma Caterham compresa la nuova 170, la più leggera di sempre: 440 kg e motore 3 cilindri di origine Suzuki.

Un peso che chissà quanto crescerà quando le Caterham diventeranno elettriche, una voce che si rincorre da circa 10 anni e che Olivier Jouanne ha confermato, indicando il 2025 come l'anno in cui la Casa inglese inizierà a studiare l'elettrico. C'è ancora tempo quindi, anche se il calendario corre veloce e 3 passano in un lampo col 2025 che già bussa alle porte di numerosi costruttori.

Caterham svela AeroSeven Concept, afferma che SUV e City Car sono in lavorazione
Caterham AeroSeven Concept

Anche in quel di Dartford, dove però tra 3 anni non arriverà un primo prototipo a emissioni zero, ma il focus su una Caterham elettrica - magari ispirata nelle forme alla AeroSeven Concept del 2013 - inizierà a diventare sempre più importante all'interno dell'azienda. Con la sfida delle sfide: mantenere la leggerezza, compito di certo non facile considerando che i pacchi batteria delle auto elettriche possono arrivare a pesare quanto una Caterham.

Di certo le 2 posti inglesi non avranno bisogno di autonomie da record, accontentandosi di accumulatori da pochi kWh, come (anche se si tratta di 2 auto decisamente differenti) la Dacia Spring, l'elettrica da 980 kg con pacco batterie da 27,4 kWh e circa 300 km di autonomia.

Caterham 485 CSR
Caterham 485 CSR

L'importanza delle partnership

Per raggiungere l'obiettivo in Caterham stanno pensando a stringere partnership con aziende con esperienza nel settore, ad aiutarla a creare la prima auto elettrica sfornata in quel di Dartford.

Per ora però il focus rimane la gamma attuale, disponibile per intero da Romeo Ferraris, dalla entry level Seven 170 con 82 CV per 170 km/h di velocità massima e 0-100 in 6,9" fino alla Seven 485 CSR col 2.0 di origine Ford: 240 CV, 206 Nm di coppia per 225 km/h di velocità massima e 3,9" per passare da 0 a 100 km/h. I prezzi partono da circa 27.000 euro per superare i 50.000.

Fotogallery: Foto - La gamma Caterham