L’avreste mai riconosciuta senza aver letto il titolo? Probabilmente no. Eppure, quella che vedete è una Lamborghini Aventador e non è un esemplare qualunque. Stiamo parlando della SVJ 63 Roadster, una delle serie limitate più esclusive al mondo, andata distrutta in ogni sua parte. Completamente divorata dalle fiamme, la “Lambo” è tristemente destinata alla demolizione.

Cos’è successo?

L’incidente è accaduto lo scorso 24 gennaio in Messico tra Cuernavaca e Chilpancingo, su un’autostrada a sud di Città del Messico. Secondo le informazioni riportate dal quotidiano 24 Morelos, alcuni testimoni avrebbero visto la Lamborghini avvolta dalle fiamme in mezzo alla strada. L’auto sarebbe stata abbandonata e non sono state segnalate vittime o feriti.

 

Le foto raccolte da Twister Garage sembrano confermare la dinamica dell’incendio e il fatto che si trattasse davvero di una SVJ 63 Roadster, realizzata in appena 63 esemplari al mondo del valore di oltre 400 mila euro.

 

In un’immagine l’auto sembra incidentata nella parte anteriore e ciò fa pensare che, probabilmente, il guidatore abbia perso il controllo e che, a seguito di un urto molto violento, il motore abbia preso fuoco.

Persa per sempre

Sta di fatto che per questa Lamborghini è arrivata la fine della corsa. L’Aventador da 770 CV appare irrecuperabile dato che solo una parte della scocca è sopravvissuta all’incidente. Motore, interni e carrozzeria, invece, non esistono più.

Un destino ben più amaro della Ferrari Enzo incidentata in Olanda. In quell’occasione, un meccanico di un’officina locale era rimasto coinvolto in un incidente non grave, con la Enzo che aveva riportato danni su fiancata e posteriore. Al contrario della Lamborghini, però, la Ferrari è sembrata recuperabile, anche se servirà un’impresa (e tante risorse economiche) per ottenere i pezzi di ricambio.