Pensate a un’auto piccola, leggera e divertente da guidare. Non c’è dubbio, vi è venuta in mente la Mazda MX-5. Lo stesso che è successo a Omar Abu Eideh, giornalista, e David Galliano, ingegnere, durante una conversazione avvenuta nel 2019 e terminata con un desiderio: aggiornare e affinare la Miata di prima generazione.

Mesi dopo, ecco la NM Concept, prima creatura nata dalla start up romana Gorgona Cars e presentata al Raduno Mazda Italia 2022. La base di partenza è quella di una MX-5 di prima generazione, nome in codice NA, ma i lavori apportati hanno riguardato tutti gli aspetti della roadster che ora diventa a tutti gli effetti una barchetta monoposto.

Tutta da guidare

La meccanica è stata modificata, la componentistica modernizzata e il telaio ulteriormente affinato. L’architettura, invece, resta fedele allo schema che ha reso la Miata un punto di riferimento: trazione posteriore, cambio manuale e motore a quattro cilindri. 

Mazda NM Concept

Solo che il motore della NM Concept (che sta per Naked Monoposto) è quello dell’ultima generazione di MX-5, cioè lo Skyactiv-G 2.0.

Mazda NM Concept

Derivano dalla ND anche la trasmissione manuale a 6 marce, il differenziale posteriore autobloccante e il PPF, la traversa di alluminio che fa da spina dorsale all’intero powertrain. Dunque una meccanica moderna ma senza fronzoli attorno, per una guida più pura possibile. Il risultato è una sportiva che fa segnare appena 830 kg di peso a secco sulla bilancia.

Design d’altri tempi 

Ispirata ad alcuni concept e a serie limitate degli anni ‘90 e ‘00, la NM Concept si rifà allo stile delle auto da corsa d’epoca. L’abitacolo è quasi completamente richiuso e incorpora un cupolino che protegge il tachimetro.

Mazda NM Concept

Davanti, il tonneau cover piega si unisce al cofano anteriore cerando una feritoia che ha la funzione di estrazione dell’aria proveniente dal vano motore. I cerchi di lega sono i leggerissimi ed iconici Enkei RPF1 da 15”, gommati con pneumatici 205/55 Yokohama A052.

Dentro, plancia, pannelli porta e cuscini del sedile sono stati foderati in Alcantara. Il volante è Momo, il sedile monoscocca della RCC e le cinture sono a quattro punti. Per il resto, non c’è altro: né radio o climatizzatore, sulla NM Concept si guida sul serio.

Mazda NM Concept

Rigidezza torsionale al quadrato 

Un nuovo brancardo alto – evidente vista la nuova forma delle portiere - conferisce una robustezza maggiore allo chassis rispetto al passato, a vantaggio anche della sicurezza del driver che è più protetto in caso di impatto laterale.

Mazda NM Concept

Nella gobba è stato installato un rollbar derivato dal motorsport, mentre al di sotto della scocca sono saldati nuovi longheroni di acciaio. E così, attraverso anche le saldature aggiuntive di rinforzo e le nuove barre per avantreno e retroreno, la NM Concept ottiene una rigidezza torsionale doppia rispetto alla MX-5 NA originale.

Pronta per arrivare su strada 

Costruita artigianalmente da Gorgona Cars in collaborazione con svariate aziende italiane, la NM Concept potrebbe essere realizzata in piccola serie. A novembre 2022 si aprono gli ordini, per un prezzo di 70.000 euro più IVA, MX-5 NA donor car esclusa. Se invece volete solo vederla dal vivo l'appuntamento, come detto, è al raduno di domenica 19 settembre.

Fotogallery: Foto - Mazda NM Concept