Se siete stati di recente a Londra avrete notato sicuramente la presenza di “Black Cab” (gli iconici taxi neri della Capitale) diversi dal solito. Si tratta dei taxi TX della LEVC (London Electric Vehicle Company), che ha annunciato di aver raggiunto i 10.000 esemplari prodotti.

Un traguardo importante per il marchio nella galassia del Gruppo Geely, che arriva ad appena cinque anni dalla prima TX assemblata nella fabbrica di Ansty, vicino a Coventry. Il tipico taxi londinese (oltre 6.000 sulle strade della capitale britannica) è ora ibrido plug-in del tipo range extender e viene utilizzato anche a Parigi, Madrid, Il Cairo e Tokyo.

L’elettrica che si “ricarica da sola”

La TX numero 10.000 uscita dallo stabilimento britannico è solo uno dei tanti anniversari che si celebrano nel 2023. Quest’anno, infatti, ricorrono i 10 anni di attività di LEVC sotto l’ala di Geely e i 75 anni di operatività dei mitici Black Cab. Non solo: sono passati 200 anni da quando i primi “taxi” (all’epoca ovviamente costituiti dalle carrozze) hanno percorso i primi chilometri a Londra.

I taxi ibridi plug-in (con range extender) LEVC TX raggiungono quota 10.000 esemplari

Il taxi ibrido plug-in (con range extender) LEVC TX

Ma come funziona esattamente la TX? A differenza dei classici TX4 diesel, i nuovi modelli della LEVC presentano una motorizzazione elettrica con range extender a benzina. I taxi, quindi, utilizzano una batteria da 33 kWh che alimenta un motore elettrico da 150 CV montato sulle ruote posteriori. Col solo supporto degli elettroni, la TX percorre circa 125 km senza ansia da ricarica.

Oltre a collegarsi a una colonnina, infatti, la batteria può essere ricaricata in marcia da un 1.5 tre cilindri a benzina da 82 CV. Il propulsore non invia mai la potenza direttamente alle ruote, ma solo al powertrain elettrico fungendo così da vero e proprio generatore.

Secondo alcune stime di LEVC, questa soluzione ha già permesso di risparmiare 162.000 tonnellate di CO2 dal 2018. Attualmente ci sono 6.000 taxi elettrici in servizio, più di quelli alimentati a gasolio.

Le parole dell'ad, Alex Nan

Nell'annunciare le 10.000 TX prodotte il ceo di LEVC, Alex Nan, ha detto:

"Da quando il primo TX è uscito dalla linea di produzione di Antsy nel 2018, abbiamo assistito a una continua crescita della domanda per i nostri veicoli appositamente costruiti, avanzati e a zero emissioni. Siamo orgogliosi di aver raggiunto l'incredibile traguardo di 10.000 unità e vorremmo ringraziare tutti i nostri stakeholder - dai nostri fedeli clienti, ai preziosi dipendenti - per il loro supporto nell'aiutarci a raggiungere questo impressionante traguardo.

Guardando al futuro, LEVC ha delineato una nuova strategia che vedrà l'azienda trasformarsi in una società leader nella tecnologia della mobilità a zero emissioni di carbonio. Ci baseremo sull'impareggiabile patrimonio di LEVC e cresceremo oltre la produzione di taxi di fascia alta, realizzando la nostra missione di offrire una mobilità intelligente, verde, sicura e accessibile a un numero di clienti mai visto prima."

Fotogallery: I taxi ibridi plug-in (con range extender) LEVC TX raggiungono quota 10.000 esemplari