Secondo restyling in vista per l’Audi Q7. Il SUV più grande nel listino della Casa tedesca è stato lanciato originariamente nel 2015 ed è stato aggiornato nel 2019. Da tempo, le nostre spie ci inviano le foto di alcuni prototipi camuffati della Q7, che fanno pensare ad un nuovo aggiornamento.

Questo secondo rinnovamento sarebbe ormai dietro l’angolo, coi rumors che indicano una possibile data di presentazione intorno a settembre o ottobre. E un nuovo video spia fa capire che i lavori sono quasi ultimati.

Nuovi dettagli estetici

Nel video spia di CarSpyMedia, la Q7 è impegnata in alcuni test nel Nord Europa. Le mimetizzazioni riguardano quasi esclusivamente il frontale e parte del posteriore, dove si concentreranno le principali modifiche. L’Audi, infatti, riceverà una nuova grafica dei fari LED e una diversa disposizione delle prese d’aria, mentre nella “coda” ci si attende un profilo diverso dei paraurti e una fanaleria altrettanto distintiva.

Come ogni restyling che si rispetti, anche quello della Q7 sarà accompagnato da una nuova serie di tinte e stili per i cerchi in lega, mentre la strumentazione di bordo non dovrebbe essere rivoluzionata.

Efficienza e prestazioni al top

Per quanto riguarda i motori, la Q7 manterrà nella sua gamma le versioni mild hybrid e ibride plug. Queste saranno fortemente aggiornate per allineare il SUV tedesco alle normative Euro 7 e per migliorare ulteriormente efficienza e prestazioni.

Audi Q7, le foto spia del nuovo restyling

Audi Q7, le foto spia del nuovo restyling

È probabile che a Ingolstadt abbiano rivisitato i 3.0 TFSI e TDI a benzina e diesel con configurazione mild hybrid, ossia le varianti più popolari dell’Audi. Ci si aspetta anche una batteria più grande per le ibride plug-in 55 e 60 TFSI e, che attualmente erogano in totale 381 e 462 CV. Infine, la SQ7 col V8 da 507 CV potrebbe essere sostituita da una versione plug-in.

Dopo l’estate, comunque, ne sapremo sicuramente di più.

Fotogallery: Audi Q7, le foto spia del nuovo restyling