Tra le tante novità presentate al Salone di Monaco dai costruttori cinesi c'è spazio anche per quella che potremmo definire una curiosità o un assaggio europeo per un marchio quasi sconosciuto come Forthing.

Il brand cinese dell'azienda di stato Dongfeng, specializzato in MPV, multispazio e grandi SUV, presenta infatti all'IAA Mobility 2023 la Forthing U-Tour V9, anteprima mondiale di un nuovo monovolume a benzina e ibrido plug-in.

Assaggio di uno sbarco europeo?

Al momento non sappiamo se questo debutto al di fuori dei confini cinesi stia a indicare la volontà del marchio asiatico di sbarcare sul mercato europeo, ma l'impressione è che Dongfeng Liuzhou Motor voglia intanto saggiare il terreno.

Forthing al Salone di Monaco

Forthing al Salone di Monaco

Questo perché il colosso cinese dell'auto ha una gamma di marchi e modelli ben più ampia di quella conosciuta nel Vecchio Continente e che da noi è rappresentata al momento dalle auto marchiate DFSK, dalla Dacia Spring e dalla Citroen C5 X, tutte costruite in Cina da Dongfeng.

Il ritorno delle monovolume

Tornando alla Forthing U-Tour V9 notiamo che si tratta dell'ennesima rappresentante di quel filone di nuove e grandi monovolume cinesi che stanno invadendo le strade asiatiche, con una lunghezza di 5,25 metri e un passo di 3,01 metri che la pongono sullo stesso livello della Denza D9 svelata da BYD in anteprima europea allo stesso Salone di Monaco.

Forthing U-Tour V9

Forthing U-Tour V9

Anche lo stile esterno segue gli ormai consolidati canoni estetici delle moderne monovolume cinesi, con una griglia frontale dallo sviluppo verticale molto imponente e un po' "barocca", grandi portiere posteriori scorrevoli e una fascia luminosa continua sul portellone.

Vedi tutte le notizie su Salone di Monaco

Sette posti in configurazione 2+2+3

Gli interni della Forthing U-Tour V9 mostrano una moderna impostazione a sette posti con terza fila di sedili e due poltrone singole regolabili elettricamente nella seconda fila.

Forthing U-Tour V9

Forthing U-Tour V9, gli interni

Le finiture sembrano di livello premium, con rivestimenti in pelle trapuntata, inserti in legno e una plancia semplice e lineare su cui spicca il grande schermo unico che racchiude strumentazione e infotainment.

Benzina o ibrida plug-in

La vera anomalia della Forthing U-Tour V9 è che, a differenza di quasi tutte le altre nuove auto cinesi viste a Monaco, cela sotto il cofano anteriore un motore a benzina al posto del motore elettrico. Si tratta, secondo i dati del ministero cinese dell'industria e dell'information tecnology riportati da CarNewsChina, di un 1.5 turbo benzina da 190 CV.

Forthing U-Tour V9

Forthing U-Tour V9, la plancia

Forthing U-Tour V9

Forthing U-Tour V9, la vista posteriore

In alternativa la U-Tour V9 monta un powertrain ibrido plug-in con l'aggiunta di un motore elettrico allo stesso "millecinque" che raggiunge un'efficienza termica del 45,18%. La batteria al litio ternaria è prodotta dalla cinese Sunwoda e promette un'autonomia totale di 1.200 km nel ciclo di prova cinese CLTC.

Ricordiamo però che Forthing ha già annunciato di voler abbandonare la produzione di auto con motore a combustione a partire dal 2027.

Fotogallery: Forthing al Salone di Monaco 2023