Dimenticata per oltre 30 anni in un garage, questa rara Maserati Mistral è pronta a una nuova vita. Quello che vedete, infatti, è uno degli ultimi 20 esemplari mai prodotti della coupé emiliana, nonché l'ultimo modello a montare il sei cilindri in linea "campione del mondo di Formula 1".

Un vero tesoro nascosto, insomma, che sarà battuto all'asta di RM Sotheby's il prossimo 31 gennaio, a un prezzo compreso tra circa 50.000 e 75.000 euro.

Dalla Formula 1 alla strada

La Mistral prende il nome dal famoso vento freddo del nord della Francia meridionale. Anche le Maserati successive si sarebbero ispirati a venti famosi, come la Ghibli, la Bora, la Khamsin, la Karif, la Shamal e la Levante.

Presentata per la prima volta al Salone di Torino nell'autunno del 1963, la Mistral prende il nome dal vento freddo del nord e utilizzare una versione adattata del 3.5 a sei cilindri impiegato nelle Maserati 250F da Gran Premio. Questo motore vinse un totale di otto Gran Premi tra il 1954 e il 1960 e conquistando il Campionato del Mondo di Formula 1 nel 1957 con Juan Manuel Fangio al volante.

Maserati Mistral del 1970 abbandonata all'asta

Maserati Mistral del 1970 abbandonata all'asta

Maserati Mistral del 1970 abbandonata all'asta

Gli interni della Mistral

Il motore della Mistral nasceva con una cilindrata di 3,5 litri e una potenza di 235 CV, ma fu rapidamente aggiornato alla versione da 3,7 litri con una potenza di 245 CV, mentre le vetture successive furono dotate di una versione da 4 litri da 265 CV. Proprio questi ultimi sono gli esemplari più ricercati dai collezionisti.

In totale sono stati costruiti 953 esemplari, di cui 828 Coupé e 125 Spyder. 

La storia della Mistral dell'asta

Come detto, la Maserati Mistral con motore 4.0 da 265 CV del 1970 che vedete nelle foto è uno degli ultimi 20 esemplari prodotti. A renderla ancora più esclusiva sono i cerchi Campagnolo, gli stessi della Ghibli dell'epoca. 

Secondo quanto ricostruito da RM Sotheby's, la Maserati fu spedita dalla fabbrica in Francia e arrivò alla concessionaria Thepenier di Parigi il 12 marzo 1969. Il primo proprietario fu un certo Moschetti, poi passò nelle mani di Marie Helenne Lindemann prima di essere acquistata dall'attuale proprietario (e venditore) nel 1988.

Maserati Mistral del 1970 abbandonata all'asta

Il 4 litri da 265 CV

Maserati Classiche ha confermato l'autenticità della vettura, con l'auto che conserva il suo motore e telaio originali, oltre a tutte le componenti di serie.

La vettura ha percorso 42.389 km e viene fornita con la documentazione ufficiale di Maserati Classiche, un kit di attrezzi e una ruota Campagnolo di scorta. Non viene specificato lo stato della carrozzeria e della meccanica, che potrebbero essere due dei principali punti di domanda per una vettura rimasta ferma per tutto questo tempo.

Per 50.000 euro (o 75.000 euro) ci fareste un pensierino? Fatecelo sapere nei commenti!

Fotogallery: Maserati Mistral del 1970 abbandonata all'asta