Lunghezza: 4.606 mm
Larghezza: 1.985 mm
Altezza: 1.479 mm
Passo: 2.735 mm

Presentata nel 2019 al Salone di Ginevra la Polestar 2 è la prima auto di serie del brand della galassia Geely e strettamente imparentato con Volvo. Una berlina media 100% elettrica che nel corso della sua breve vita è cambiata tanto dal punto di vista meccanico, passando dalla trazione anteriore alla posteriore in occasione dello scorso facelift. 

A livello estetico invece ha mantenuto intatta la ricetta fatta di carrozzeria 3 volumi e linee da fastback, con lunotto che scende dolce verso la coda. L'assetto è leggermente rialzato, quasi da Cross Country (giusto per rimanere in tema Volvo). 

Polestar 2, le dimensioni

Lunga 4,6 metri, 12 cm in meno rispetto alla concorrente diretta Tesla Model 3, la Polestar 2 ha una larghezza di 1,98 metri (specchietti inclusi) e altezza di 1,47 con 15 cm di "luce" da terra. Il passo, la distanza tra il centro ruota anteriore e quello posteriore, è di 2,73 metri, in linea con la media di segmento.

Polestar 2

Polestar 2, vista laterale

Polestar 2, abitabilità e bagagliaio

La Polestar 2 poggia sulla piattaforma CMA sviluppata da Geely e Volvo, dedicata sia a modelli termici sia elettrici. Un elemento che sacrifica l'abitabilità interna. Dietro si sta comodi ma in 2: chi siede al centro infatti deve fare i conti con un tunnel centrale particolarmente ingombrante, assente su modelli basati su meccaniche native elettriche. Lo spazio per testa e gambe è buono, anche se i passeggeri più alti rischiano di sfiorare tetto e sedili anteriori con testa e gambe.

Polestar 2

Polestar 2, gli interni

Per quanto riguarda il bagagliaio la Polestar 2 non fa miracoli: la capacità è di 407 litri, inclusi i 41 del pozzetto sotto il piano di carico. Abbattendo i sedili si ottiene una superficie piatta e ben sfruttabile, con 1.097 litri a disposizione. Da sottolineare la presenza della botola centrale per far passare oggetti più lunghi e varie soluzioni intelligenti come le staffe per tenere sollevata la copertura del doppio fondo, il divisorio e vari elastici laterali. È poi presente anche un frunk (vano di carico anteriore) sotto il cofano, buono per riporre i cavi di ricarica o piccole borse.

La gamma della Polestar 2 si compone di 4 versioni: due a trazione posteriore - Standard e Long range - e due a doppia motorizzazione (una per asse) chiamate Long Range e Long Range Performance Pack. La potenza va da un minimo di 272 a un massimo di 476 CV con autonomia dichiarata compresa tra 546 e 655 km. 

Polestar 2

Polestar 2, il bagagliaio

Polestar 2

Polestar 2, il pozzetto anteriore

Motorizzazione Motore Potenza Autonomia
Polestar 2 Standard Range single motor Singolo posteriore 272 CV 546 km
Polestar 2 Long Range single motor Singolo posteriore 299 CV 655 km
Polestar 2 Standard Range dual motor Due (uno per asse) 421 CV 593 km
Polestar 2 Standard Range dual motor Performance Pack Due (uno per asse) 476 CV 568 km

Polestar 2, le concorrenti con dimensioni simili

La prima concorrente della Polestar 2 a venire in mente è la già citata Tesla Model 3, seconda auto elettrica più venduta in Italia nel 2023. Si sale di lunghezza con la BYD Seal, BMW i4 e Hyundai Ioniq 6. 

Modello Lunghezza Bagagliaio
Polestar 2 4,6 metri 407 - 1.097 litri
Frunk: 41 litri
BMW i4 4,78 metri 470-1.290 litri
Frunk: n.d.
BYD Seal 4,8 metri 400 litri
Frunk: 53 litri
Hyundai Ioniq 6 4,85 metri 401 litri
Frunk: 54 litri
Tesla Model 3 4,72 metri 594 litri
Frunk: 88 litri

Polestar 2 2024, la nostra prova

Fotogallery: Polestar 2 (2024)