A Milano ci sono molte novità per gli automobilisti. Il Comune ha approvato oggi in Giunta una serie di provvedimenti in tema di mobilità che riguarda molti argomenti: Area B, Area C, nuove Aree 30, nuove regole per la ZTL Quadrilatero della Moda, l'utilizzo del trasporto pubblico e persino la rimodulazione della sosta a pagamento in prossimità delle stazioni M4.

Di seguito spieghiamo tutti i dettagli contenuti nelle delibere, il cui obiettivo è migliorare la sicurezza stradale, la qualità dell’aria, la ciclabilità e lo spazio pubblico di Milano.

Come funziona Area B e Area C per diesel Euro 6

Il Comune di Milano ha cambiato le regole per Area B e Area C posticipando alcuni divieti. In particolare:

  • per le auto diesel: viene prorogata fino al 30 settembre 2028 la possibilità di entrare in Area B e Area C per i veicoli diesel Euro 6 (per i quali sarebbe entrato in vigore il divieto tra il 1° ottobre 2024 e il 1° ottobre 2027). In particolare, per Area B si tratta di auto diesel Euro 6 A-B-C (se acquistati dopo il 31 dicembre 2018) e veicoli trasporto cose alimentati diesel Euro 6 A (se acquistati dopo il 31 dicembre 2018) e diesel Euro 6 B-C (se acquistati dopo il 30 settembre 2019). Per Area C di auto diesel Euro 6 A-B-C, i taxi e Ncc (fino a 9 posti) diesel Euro 6 A-B-C (se acquistati dopo 31 dicembre 2018) e veicoli trasporto cose (N1) diesel Euro 6 A (se acquistati dopo 31 dicembre 2018) e diesel Euro 6 B-C (se acquistati dopo il 30 settembre 2019);
  • per le moto: viene posticipata di un anno, al primo ottobre 2025, l’entrata in vigore del divieto di accesso e di circolazione in Area B e in Area C per le moto e i ciclomotori alimentati a miscela (motore a due tempi) Euro 2, a gasolio Euro 2 e a benzina (motore a quattro tempi) da Euro 0 a Euro 1.

La scelta prende in considerazione l'attuale contesto economico e le decisioni del Parlamento e del Consiglio europeo sull’omologazione di veicoli a motore Euro 7.

ZTL Quadrilatero della Moda

Il Comune di Milano ha istituito la ZTL Quadrilatero della Moda, attiva tutti i giorni h24 negli isolati definiti dalle vie Manzoni, Senato, San Damiano, corso Monforte, via Cino del Duca; strade a loro volta confinanti con l’attigua ZTL di corso Europa (in lavorazione nell’ambito di M4) e con l’area pedonale compresa tra piazza San Babila, corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II, piazza San Fedele.

Il divieto di accesso sarà in vigore per tutti i mezzi. Gli unici esclusi, previa registrazione, sono:

  • i residenti e i domiciliati muniti di autorizzazione alla sosta;
  • i proprietari di box o posti auto nella ZTL;
  • coloro che hanno prenotato un posto nella autorimesse presenti;
  • mezzi di servizio per imprese che si occupano di manutenzioni (ad esempio, impianti idrici e gas), di artigiani e impiantisti che prestano occasionalmente servizio (a cui sono concessi 50 ingressi all’anno);
  • mezzi di enti che offrono prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza socio sanitaria.

Alcune deroghe sono previste per:

  • i veicoli destinati al supporto delle manifestazioni organizzate nel Quadrilatero della Moda, previa autorizzazione del Comando di zona della Polizia locale e solo per il tempo strettamente indispensabile. A questi si aggiungono le auto degli ospiti diretti alle strutture alberghiere, i taxi e gli NCC oltre a quelle a supporto dell’attività di car-valet (ovvero il servizio di presa in custodia, parcheggio e successiva riconsegna del veicolo, offerto da alcuni esercizi commerciali, nonché strutture ricettive);
  • i veicoli destinati al trasporto cose, dalle 2 alle 8 del mattino, per prodotti alimentari deperibili anche dalle 16 alle 18 tutti i giorni, per il tempo strettamente necessario per il carico e scarico, e per i veicoli di esercenti del commercio, dalle 2 alle 10 del mattino per la consegna a domicilio di prodotto acquistati on line. Tutti sempre previa registrazione.

Per il primo anno, per accompagnare il processo di conoscenza del provvedimento e in attesa che i gestori delle autorimesse sviluppino sistemi di prenotazione dei posti auto, sarà consentito ai veicoli il transito alla ZTL per 15 minuti, tempo ritenuto congruo con l’attraversamento senza sosta nell’area o la sosta nei parcheggi in struttura.

Come cambia la sosta intorno alle stazioni M4

La sosta intorno alle stazioni M4 Forlanini/Mecenate e Giambellino/San Cristoforo diventerà a pagamento con parcheggio gratuito per i veicoli dei residenti muniti di contrassegno.

Il pagamento sarà attivo nei giorni feriali in orario diurno o, per esigenze particolari, fino alle 24.

Strade 30 davanti alle scuole

Il Comune di Milano ha istituito nuove aree pedonali, inediti itinerari ciclabili (il progetto Biciplan “CAMBIO” sarà finanziato con fondi Pnrr) e più strade con limite a 30 km/h, migliorando anche l’accessibilità degli attraversamenti pedonali, sia con segnaletica sia con opere strutturali di allargamento di marciapiedi.

L’obiettivo è realizzare per settembre un centinaio di strade scolastiche a 30 km/h, partendo dalla valutazione di diversi aspetti, tra cui il numero di incidenti rilevati negli ultimi anni, la popolazione scolastica e le caratteristiche residenziali e commerciali dei luoghi.

Quelle di prossima realizzazione, per cui sono si sono già svolte le opportune analisi di compatibilità rispetto anche alle recenti normative nazionali, sono:

  • corso di Porta Vicentina (Municipio 1)
  • via Fara (Municipio 2)
  • via Carlo Pisacane (Municipio 3)
  • via Cardinale Mezzofanti (Municipio 4)
  • via Ulisse Dini (Municipio 5)
  • via Giacomo Watt (Municipio 6)
  • via Val D’Intelvi (Municipio 7)
  • via Michelangelo Buonarroti (Municipio M8)
  • via Alessandro Litta Modigliani (Municipio 9)

Inoltre, tra le nuove Piazze Aperte che saranno realizzate, tra quelle proposte nel progetto "Piazze Aperte per ogni scuola" ci sono via Bernardino de Conti, via Verga e via Monte Piana.