Il quarto SUV elettrico di Volvo sarà la EX60. Arriverà nel 2025 e sostituirà la Volvo XC60 (il modello Volvo più venduto a livello globale con un volume nel 2023 pari a 228.646 unità).

La Volvo EX60 competerà non solo con la Tesla Model Y, ma anche con l'erede della Mercedes EQC, l'Audi Q6 e-tron, la nuova generazione della BMW iX3 e la Genesis Electrified GV70.

Nuova piattaforma, nuova batteria

Per sviluppare una nuova piattaforma per veicoli elettrici Volvo Cars ha preso un prestito di 420 milioni di euro dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI), ma non sappiamo se sarà questa la base dell'EX60. Il nuovo Chief Product & Strategy Officer di Volvo Cars, Erik Severinson, ha detto che la Volvo EX60 sarà basata su un'evoluzione della piattaforma (SPA 2) su cui nasce l'EX90.

Tuttavia, a differenza dell’EX90, l’EX60 avrà un pacco batteria strutturale, che porterà a “una migliore densità di energia” e, grazie ad una migliore rigidità strutturale, “grande guidabilità”. Secondo le ultime indiscrezioni, l'EX60 potrebbe garantire un'autonomia fino a 644 km.

L'EX60 potrebbe inoltre essere dotata di una batteria a 800 volt, il doppio della tensione della batteria dell'EX90, con conseguente ricarica più rapida e prestazioni costanti. Inoltre, Volvo ha in mente un pavimento in alluminio megafuso nella parte posteriore di questo modello per risparmiare il 15-20% di peso rispetto a uno stampato convenzionale.

Guida autonoma di livello 3

Aspettando conferme ufficiali, vale la pena ricordare che secondo altre indiscrezioni del passato, il nuovo SUV monterà sensori LIDAR forniti da Luminar e un software avanzato di guida autonoma NVIDIA.

Tra le tecnologie della EX60 potrebbe anche esserci l'Highway Pilot, la guida autonoma di livello 3 che sarà disponibile nei Paesi in cui per il conducente sarà legalmente consentito staccare le mani dal volante e distogliere lo sguardo dalla strada. Continuate a seguirci per restare informati.