Seat Ateca 2.0 TDI 4x4, da Barcellona contro tutti

Aggiungi un SUV a tavola che c’è un’Ateca in più. Si perchè Seat un’auto rialzata non l’aveva ancora fatta, ma il vantaggio di essere gli “ultimi” è quello di aver più tempo per progettare un’auto che sia possibilmente migliore delle altre. In questo senso l’Ateca potrebbe dare fastidio a molte concorrenti affermate, perchè si presenta bene sotto tutti i punti di vista. La taglia è quella giusta, i contenuti tecnici sono di primi livello e il posizionamento di mercato, in termini di prezzo, è interessante. L’ho provata a Barcellona dove quest’auto è stata “concepita” oltre che costruita.


Com'è


Il look tagliente che caratterizza le ultime Seat a me piace, ma l’evoluzione in formato SUV mi convince ancor di più. Dal vivo sembra una Leon palestrata, ma in modo sano, senza anabolizzanti: la macchina ha un design comunque molto pulito. Ed è anche originale, eccenzion fatta per coda che a mio parere è un po’ anonima. Da notare che con una lunghezza di 4 metri e 36 centimetri, l’Ateca è più compatta di tutte le concorrenti dirette (Nissan Qashqai e Hyundai Tucson - i due SUV più venduti della categoria - misurano rispettivamente 4,38 e 4,48 metri), ma non perde abitabilità. Dietro due adulti viaggiano benissimo come spazio per le gambe e per la testa. E c’è un bel ba...