Da oggi, tutti coloro che atterrano all'aeroporto di Roma Fiumicino hanno la possibilità di scegliere un altro mezzo per raggiungere la Capitale: le smart del servizio car2go, che ha conquistato l'aeroporto di Roma. Ma non è il solo: per raggiungere o tornare a casa dallo scalo romano c'è da oggi anche Enjoy, il servizio di Car-Sharing di Eni. Vediamo nel dettaglio le proposte di entrambi.


Il servizio car2go


Dopo gli aeroporti di Milano, Firenze e Torino, era prevedibile che le smart bianche e azzurre invadessero anche Fiumicino. Il parcheggio dedicato al car-sharing è il Parking B-La Terrazza, proprio di fronte al Terminal 1. Da Roma, è sufficiente imboccare la A91 e puntare verso gli Arrivi, seguendo le indicazioni “Parking B”. Oltre alla tariffa standard di 24 centesimi al minuto, per una corsa occorre sborsare anche un contributo aggiuntivo, pari a 9,90 euro. Arrivati al parcheggio, in cui sono riservati 20 posti per le smart car2go, la sbarra si alza e abbassa automaticamente. Nel caso non forssero disponibili posti, controllabili anche dall'App, è possible contattare l'assitanza che indicherà una procedura alternativa per il parcheggio dell'auto.


Enjoy agguanta Fiumicino ma lascia lo scooter-sharing


Il parcheggio dedicato alle Fiat 500 rosse di Enjoy è sempre nel Parking B e dispone anch'esso di 20 posti auto. Il costo del servizio è pari a 9,50 euro mentre il costo al minuto rimane invariato, a quota 25 centesimi. Ciò detto, Eni coglie l'occasione dell'arrivo a Fiumicino per comunicare l'interruzione (ufficialmente dal 1 Luglio) del progetto di scooter-sharing inaugurato quasi due anni fa e arrivato a Milano, Roma e Catania. Il motivo ufficiale? Pochi utenti, inferiori alle attese. Insomma, nonostante lo sforzo per la sicurezza – i Piaggio MP3 utilizzati sono limitati a 90 km/h e hanno l'ABS – e per migliorare la fruibilità del servizio, gli italiani non sembrano ancora pronti a condividere uno scooter.

Fotogallery: Car sharing boom, oltre 6 milioni di noleggi nel 2016