Al momento di parcheggiare l’auto, qualsiasi comodità in più o qualche espediente per velocizzare il tutto è sempre ben accetto, specie per chi si sposta abitualmente in città o nelle aree più popolose.

L’app Flowbird, ad esempio, è uno strumento che può tornare utile perché permette di pagare la sosta senza contanti, direttamente con lo smartphone, e in maniera piuttosto semplice e veloce. Ecco come funziona e tutto quello che c’è da sapere in merito.

Cos’è Flowbird

Precedentemente nota come Whoosh!, da qualche tempo si chiama Flowbird l’app per smartphone Android e iPhone dedicata agli automobilisti che desiderano pagare il parcheggio col proprio dispositivo mobile.

È in sostanza un’alternativa ad app come myCicero, Parclick o EasyPark che, come queste ultime, si serve dei servizi di geolocalizzazione del telefono e dei dati della propria carta di credito per effettuare il pagamento della sosta.

Fra le sue funzioni peculiari sottolineiamo ad esempio la possibilità di estendere i ticket dallo smartphone, di configurare le notifiche per ricevere gli avvisi quando il parcheggio pagato sta per scadere e di salvare uno o più veicoli nell’app per velocizzare il tutto, qualsiasi sia l'auto che si guida.

Come funziona Flowbird

La registrazione a Flowbird è gratuita, ma oltre al costo del parcheggio è prevista una commissione aggiuntiva per l’utilizzo del servizio, in ogni caso subito visibile prima del completamento della transazione.

Al primo accesso l’app invita a registrarsi inserendo l’indirizzo e-mail e un numero di cellulare, passaggio a cui segue il salvataggio della targa della propria auto e, volendo, anche di altri veicoli.

L’interfaccia dell’app mette subito a proprio agio con una schermata principale dedicata alla mappa in cui cercare i parcheggi attorno alla propria posizione o in una determinata zona, e una barra di navigazione inferiore che permette di accedere alle altre sezioni dell’app, compreso lo storico e le preferenze.

Foto Flowbird 1

Pagare il parcheggio e altre funzioni

Trovata la posizione, per pagare un parcheggio con Flowbird non c’è altro da fare che selezionare l’area sulla mappa premendo “Sosta qui”, scegliere la durata dalla schermata seguente e confermare il pagamento, se già configurato in precedenza.

Fatto questo l’utente può dare un’occhiata alle proprie sessioni attive (o storiche) dalla sezione apposita, prolungare la propria sosta o impostare i promemoria dalla sezione “il mio account”, sede presso cui aggiungere inoltre altri veicoli e personalizzare altri aspetti dell’app.

Foto Flowbird 2

Per scaricare il talloncino Flowbird da esporre nell’auto, per fugare eventuali dubbi o per conoscere ulteriori dettagli su prezzi, aree coperte e funzionamento del servizio consigliamo di dare un’occhiata al sito web ufficiale.

Nome Flowbird
Funzione Pagamento di parcheggi via smartphone
A chi è rivolta A chi cerca un'app per smartphone con cui pagare il parcheggio
Prezzo Gratuita con costi di commissione per il pagamento dei parcheggi
Download

Google Play Store (Android)

App Store (iOS)