Cercare e prenotare il parcheggio chiedendo aiuto allo smartphone ancora non è una consuetudine, nemmeno fra gli automobilisti più tecnologici che sono soliti districarsi fra le strade cittadine.

Ma di app pensate per questo ce ne sono varie, da MyCicero a soluzioni specifiche come Parkopedia o Parclick, applicazioni che, proprio come EasyPark promettono di dare una mano col cruccio massimo di chi guida auto in città.

Cos’è EasyPark

Parliamo di un’app gratuita (ma con alcune funzioni a pagamento) e disponibile sia per smartphone Android sia per iPhone, app che da oltre 20 anni a questa parte ha l'obiettivo di supportare gli automobilisti nella spinosa questione dei parcheggi.

Grazie a un sistema di ricerca aggiornato in tempo reale, EasyPark permette all’utente di cercare, prenotare e pagare il parcheggio direttamente dallo smartphone, a Roma, Milano, Torino, Napoli e in altre 1000 città italiane ed europee.

Fra i suoi punti forti, i pagamenti al minuto, un dettaglio che consente di risparmiare, specie considerando la possibilità di terminare la sosta in qualsiasi momento, potendo mettere da parte l’importo risparmiato come credito per le prossime soste.

Come funziona

Al primo accesso, EasyPark invita a registrarsi inserendo il numero di telefono e la carta di credito (o PayPal), accettando i termini e le condizioni, e aggiungendo la targa del proprio veicolo, operazione che è possibile eventualmente completare anche in un secondo momento.

L’interfaccia dell’app mette subito a proprio agio l’utente, con la mappa in primo piano e varie scorciatoie per accedere alle sue funzioni, opzioni e menù secondari.

In alto troviamo infatti le icone dedicate alla ricerca di destinazioni e codici area; in basso, oltre al pulsante “P” per avviare la procedura di parcheggio, sono accessibili le sezioni preferiti, le impostazioni e la funzione “Find”.

Immagine 1 EasyPark

Come cercare e prenotare un parcheggio

Come anticipato, la ricerca di un parcheggio tramite EasyPark parte dalla consultazione della mappa, o dalla funzione Find. Se il primo sistema risulta alquanto intuitivo, Find è un sistema altrettanto utile perché, colorando le aree in diversi colori, dà un’idea della probabilità di trovare parcheggio (funzione apprezzabile specie per chi non conosce la zona).

Comunque, selezionata l’area, l’app fornisce i dettagli della zona e i costi, laddove disponibili. All’utente non resta che pigiare la “P”, confermare la posizione e scegliere la formula di pagamento della sosta (oraria, mensile e via dicendo), sosta estensibile in durata anche a distanza, direttamente dall’applicazione.

A seconda delle città in cui ci si trova a parcheggiare, potrebbe essere necessario o meno esporre un talloncino che identifichi il sistema di pagamento EasyPark, scaricabile e stampabile da qui.

Immagine 2 EasyPark

Opzioni e funzioni extra

Anche chi guida un’auto elettrica può trarre beneficio da un’app come EasyPark, che permette di gestire oltre al parcheggio anche la ricarica; o chi necessita di un abbonamento di lavoro, sottoscrivibile e distinguibile da quello personale per facilitare la gestione delle spese.

Interessante anche la possibilità di servirsi del sistema di promemoria pre-scadenza via SMS e delle conferme via e-mail per le soste effettuate, servizi extra a pagamento, proprio come CameraPark, una funzione di “parcheggio automatico” tramite scansione della targa in entrata e in uscita dai parcheggi.

Immagine 3 EasyPark

Per ulteriori informazioni e per fugare eventuali dubbi, qui trovate la pagina che EasyPark riserva alle domande frequenti.

Nome EasyPark
Funzione Trovare e pagare parcheggi
A chi è rivolta A chi si sposta in città con l'auto
Prezzo Gratuita (presenti funzioni a pagamento)
Download

Play Store (Android)

App Store (iOS)