Ora che è disponibile anche sul display dell'auto tramite Apple CarPlay, è ancora più facile pagare il parcheggio con EasyPark

EasyPark è la prima app per il parcheggio integrata nel sistema Apple CarPlay, un ulteriore passo dell’azienda che da anni spinge verso la digitalizzazione di una consuetudine dura a morire fra gli automobilisti.

Per chi guida, poter usare l’applicazione anche dallo schermo dell’auto rappresenta un’opzione in più per pagare e gestire il parcheggio nel modo più semplice e rapido possibile, senza spiccioli e parchimetri da rintracciare.

Cos’è EasyPark

Dall’estate del 2016, periodo in cui raggiungeva quota 100 città italiane, ne ha fatta di strada EasyPark, app ormai celebre nel settore dei servizi dedicati al pagamento e alla gestione dei parcheggi tramite smartphone Android e iPhone.

Basata su un sistema di ricerca aggiornato in tempo reale permette di cercare, prenotare e pagare il parcheggio (strisce blu comprese) comodamente dall’auto o altrove. Basta una connessione a internet e un telefono dal quale gestire il tutto, oppure lo schermo di un'auto compatibile.

Da alcune settimane a questa parte, difatti, EasyPark è disponibile anche su Apple CarPlay come applicazione fruibile in Italia in 460 città, 2.200 in 20 Paesi. Per inciso, chi non ha un iPhone deve pazientare per l’eventuale arrivo di un’integrazione simile su Android Auto.

Download e configurazione

Prima di tutto è necessario scaricare l’app EasyPark dall’App Store (link al download qui) o aggiornarla alla versione più recente disponibile per poterla ritrovare poi sul display dell’auto.

Fatto questo, chi non ha mai utilizzato il servizio deve completare la procedura di configurazione al primo avvio, registrandosi e inserendo il numero di telefono e la carta di credito (o PayPal), oltre alla targa dei propri veicoli.

Immagine 1 EasyPark

Come pagare il parcheggio

Passando all’interfaccia dell’app accessibile su Apple CarPlay, EasyPark mostra all’utente l’elenco dei parcheggi disponibili, quelli relativi alla propria posizione e le alternative adiacenti, a seconda dei casi.

Selezionato uno dei risultati mostrati a schermo è possibile scegliere la durata della sosta che si desidera pagare, quindi toccare la targa dell’auto e confermare l’operazione. Dalla medesima schermata di riepilogo l'utente può decidere infine se concludere la sosta o prolungarla attraverso i pulsanti relativi.

Per ulteriori informazioni, per le città in cui è attivo il servizio, per le commissioni, o semplicemente per fugare eventuali dubbi a tal riguardo, consigliamo di consultare la sezione "Domande frequenti" del sito web ufficiale di EasyPark (qui).