Mercedes GLE Coupé, il 4Matic nella sua forma più sportiva

La GLE Coupé è la più nuova delle Sport Utility Mercedes, almeno come concetto. GLC (erede della GLK) e GLS (sostituta della GL) vengono dopo, in ordine cronologico, ma la derivazione coupé della "fu ML" rappresenta l'elemento di maggiore novità all'interno del "SUV Attack", come piace chiamarlo a Mercedes. A proposito, facciamo un attimo chiarezza. Mercedes ha scelto di uniformare la denominazione dei suoi modelli, ponendo il prefisso GL davanti al nome di tutti i SUV. Si parte dalla GLA su piattaforma della Classe A, con motore anteriore trasversale e trazione anteriore o 4WD. C'è poi la GLC, che compete con Audi Q5 e BMW X3, con motore longitudinale e trazione posteriore o 4WD; modello che verrà presto affiancato dalla GLC Coupé, per non lasciare campo libero alla BMW X4. Un gradino più su la GLE, sostituta della storica ML e anch'essa disponibile 2WD e 4WD, che ha ora nella GLE Coupé la sua declinazione sportiva, rivale di BMW X6 per intenderci. Freschissima di debutto la GLS, il più grande dei SUV "civili" Mercedes-Benz, che ha preso il posto della GL. E poi lui, l'intramontabile Classe G, al quale per fortuna nessuna ha cambiato nome né, tantomeno, connotati: dal 1979 a oggi è stato praticamente rivoluzionato nei motori e nella tecnologia, eppure è sempre uguale a sé stesso. Ma torniamo all'inizio, alla GLE Coupé, che ho provato nel deserto spagnolo dell'Andal...