Nuove personalizzazioni per la sportiva britannica. Limitatore a 280 km/h

Jaguar XKR si presenterà al Salone di Ginevra (4-14 marzo) con qualche novità che ne esalteranno ancora di più il lato sportivo. Sono il Black Pack, lo Speed Pack e la Special Edition che combina entrambi i pacchetti, tutti attesi per i prossimi mesi anche in Italia.

BLACK PACK

comprende tinte specifiche per la carrozzeria (Ultimate Black, Polaris White o Salsa Red), cerchi in lega da 20" Kalimnos in nero lucido e stessa finitura per le griglie anteriori e le prese d'aria laterali, pinze dei freni rosse, un pacchetto aerodinamico in tinta con la carrozzeria (incluso lo spoiler anteriore e quello posteriore più largo) e, a richiesta, la scritta XKR sui fianchi. All'interno la pelle in tinta charcoal può essere personalizzata per grana e cuciture mentre per i rivestimenti sono disponibili due legni (Dark Oak e Dark Mesh), alluminio e piano black.

SPEED PACK

Consiste invece nell'innalzamento della velocità autolimitata da 250 a 280 km/h che comporta anche l'adozione di uno scivolo aerodinamico diverso, minigonne laterali e di una taratura del differenziale attivo che ammorbidisce la sensibilità dello sterzo alle alte velocità. Esteticamente ci saranno sette tinte specifiche per la carrozzeria - oltre a quelle già citate, ci sono Liquid Silver, Lunar Grey, Kyanite Blue e Spectrum Blue - il diffusore posteriore in tinta, le cornici dei cristalli cromate e le griglia a nido d'ape. Anche in questo caso le pinze freni sono rosse e i cerchi da 20 pollici, ma con disegno Kasuga.

Nessuna variazione invece sul resto della meccanica che vede protagonista il V8 5 litri a iniezione diretta sovralimentato da compressore volumetrico che eroga 515 CV e 625 Nm. Accoppiato a un cambio automatico-sequenziale con convertitore idraulico di coppia a 6 rapporti e con il tipico comando a manopola di tutte le Jaguar, questo motore Euro 5 è capace di imprimere alla XKR un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Jaguar XKR: Black Pack, Speed Pack e Special Edition

Foto di: Nicola Desiderio