La piccola elettrica può accogliere anche portatori di handicap e guidatori anziani, pure con la guida autonoma

Al prossimo Salone di Tokyo (27 ottobre - 5 novembre 2017) la Toyota non punta solo sulla guida autonoma e sull'intelligenza artificiale della Concept-i già vista al CES di Las Vegas a inizio anno, ma guarda ancora oltre con un paio di veicoli davvero bizzarri come la Concept-i Ride e la Concept-i Walk pensati per la mobilità urbana individuale e diffusa. Lungi quindi dal considerare le strade di domani regno esclusivo di autobus, tram e metropolitane leggere, la Casa giapponese punta su mezzi minuscoli, uno chiuso come una microcar - il caso della Concept i-Ride - e l'altro più simile ad un segway a tre ruote o a un hoverboard con manubrio - la Concept-i Walk.


La sedia a rotelle non è un problema


Per offrire a tutti il mezzo adatto alla mobilità cittadina la Toyota Concept-i Ride propone in una lunghezza di appena 2,5 metri e un'altezza di 1,5 metri (meno di una smart fortwo) due posti accessibili attraverso le portiere ad ala di gabbiano ad ampia apertura studiate anche per l'accesso con la sedia a rotelle. Allo stesso modo la soglia di accesso si abbassa e il sedile si gira per accogliere il disabile e stivare la sua carrozzina in un apposito vano posteriore. La batteria di bordo di questa concept elettrica è studiata per un'autonomia di circa 100-150 km.


Si guida con un joystick


Pure i comandi di guida sono pensati per la massima semplicità di utilizzo, senza pedali, né volante, sostituiti da un joystick con cui manovrare nel traffico. A questo si aggiunge l'AI Agent sul grande display in plancia che oltre alle funzioni di guida autonoma, navigatore intelligente e parcheggio automatico può fornire indicazioni sulle destinazioni prive di barriere architettoniche. Nel caso della Toyota Concept-i Ride il diritto alla mobilità si sposa poi con la possibilità di utilizzo in car sharing, pensato anche per i portatori di handicap e gli anziani.


Concept-i Walk, tre ruote e passo variabile


Un accenno infine alla Toyota Concept-i Walk, veicolo minimale con tre piccole ruote, un manubrio e un passo variabile pensato sempre per facilitare gli spostamenti in interni o sui marciapiedi. La lunghezza variabile fra i 50 e i 70 cm la rendono poco più ingombrante di un pedone, le tre ruote ne fanno un mezzo stabile e l'immancabile AI Agent si occupa di tutto ciò che riguarda sicurezza e guida autonoma. Anche qui il piano d'appoggio dei piedi è basso per consentire a tutti di salire a bordo con facilità, mentre l'autonomia elettrica di questo mezzo che si guida spostando il peso del corpo è compresa fra i 10 e i 20 km.

Fotogallery: Toyota Concept-i Ride, la mobilità è un diritto