Il SUV compatto farà parte della flotta dei Vigili: ne avranno 100 esemplari, più altre 450 vetture della Fiat

La Jeep Renegade veste un’altra divisa e con il 2018 entra a far parte del parco mezzi dei Vigili del Fuoco, che hanno ricevuto nei giorni scorsi il primo dei cento esemplari previsti nell’ambito dell’accordo con la FCA: il costruttore ha accettato di fornire 550 fra Panda, Punto, Doblò e Ducato. Le Renegade saranno utilizzate per interventi operativi e spostamenti veloci, secondo quanto annunciato dal costruttore, che ha scelto il SUV per via delle sue dimensioni contenute (è lungo 4,24 metri) e della trazione integrale.


Tutto rosso e con l'estintore


Le Renegade per i Vigili del Fuoco sono dotate del motore a gasolio 2.0 da 120 CV e della trazione sulle quattro ruote, oltre ad una serie di equipaggiamenti specifici: ogni vettura ha al suo interno la predisposizione per la radio con cui effettuare le comunicazioni di servizi, robusti tappetini in gomma e l'estintore da 2 kg tenuto in posizione da una staffa. All’esterno è prevista la barra sul tetto con fari a led di colore blu. L’allestimento è completato dalla livrea rossa con strisce bianche, analoga a tutti i mezzi dei Vigili del Fuoco.


L'hanno scelto anche Polizia e Carabinieri


Oltre ai Vigili del Fuoco il SUV compatto “serve” da alcuni mesi anche i Carabinieri e la Polizia, che ne hanno acquistati 1.100 esemplari fra il 2016 e l’anno scorso, ma è entrato nella flotta anche di alcune sezioni della Polizia Locale: veste la divisa per esempio a Bolzano e Norcia. Era possibile vederlo con tanto di sirene e lampeggiante pure all’estero, a Wiltshire (Inghilterra), dove il dipartimento di Polizia locale ne aveva ricevuto un esemplare per sei mesi di test.