Gli ordini sono aperti, le consegne iniziano a maggio. Tre i motori inizialmente disponibili

La nuova Mercedes Classe A la conosciamo a fondo (sotto, il video sulle prime impressioni dal vivo): l’ultima informazione fondamentale che mancava era il prezzo, arrivato proprio nei giorni del Salone di Ginevra. Ebbene, parte al di sotto della “soglia psicologica” dei 30.000 euro, 29.900 euro per la precisione, ma un bel po’ più in alto rispetto al prezzo di attacco delle sue rivali per eccellenza, Audi A3 Sportback e BMW Serie 1, pari rispettivamente a 25.950 e 25.250 euro. Va detto però che la gamma della Classe A è solo all’inizio e che sicuramente, più avanti, arriverà una variante meno costosa rispetto appunto ai 29.900 euro della A180d Automatic, dotata di cambio automatico.

Un diesel e due benzina

I motori inizialmente disponibili sono tre: il diesel 1.5 di origine Renault della A180d, abbinato, come scritto sopra, al cambio automatico. A 30.029 euro è proposto invece il 1.300 turbo da 163 della A200; 32.171 euro per la A200 Automatic. Il top di gamma è invece rappresentato, per ora, dalla A250 Automatic, con motore 2.0 benzina, turbo, da 224 CV.

Dotazione ricca fin dall’inizio

La Classe A non costa pochissimo, come del resto ogni Mercedes, ma va dato atto ai tedeschi di aver usato una manica abbastanza larga con gli optional. Di serie, su tutte le versioni, tra le altre cose ci sono le funzioni avanzate MBUX (tra cui i comandi vocali), il modulo LTE per utilizzare i servizi online di Mercedes, la frenata automatica d’emergenza, le luci diurne a led, il sistema attivo di riallineamento in caso di abbandono della propria corsia e telecamera posteriore. La Business, più 1.170 euro e standard per la 250 Automatic, aggiunge il sistema di navigazione con informazioni in tempo reale sul traffico, pacchetto di illuminazione interna Visibility, rivestimenti in pelle ecologica, climatizzatore automatico, volante sportivo in pelle e tanto altro. Ancora più ricca la Sport (2.770 euro per la A180d, 1.110 per la A250 Automatic): terminali di scarico a vista e profilo posteriore con elemento cromato, fari a led, climatizzatore automatico bizona.

Tante personalizzazioni, come sempre

Piccola sì, ma 100% Mercedes anche nelle possibilità di personalizzazione. Pensate, solo per i cerchi ci sono 14 possibilità di scelta, da 16 a 19 pollici. Si possono inoltre avere i fari intelligenti a led Multibeam (512 euro), che calcolano il fascio di luce ideale dal punto di vista dell'intensità, della direzione e delle eventuali aree da oscurare (per non abbagliare chi viene dall'altra parte, per esempio). Se avete un bambino non dimenticatevi del pacchetto per il vano bagagli, che nei soli 183 euro di prezzo include: presa di corrente a 12 V, rete laterale a destra e a sinistra, tappetino double-face e staffe per la posizione package. Siete appassionati di tecnologia? Potete avere l'head-up display, ma sappiate che non costa poco: 1.207,8 euro (siamo fiduciosi che gli 80 centestimi ve li scontino. Più importante, forse, optare per il pacchetto di assistenza alla guida (dal secondo semestre 2018), caro anch'esso visto che è proposto a 1.842,20 euro, ma prezioso visto che vi dà sensori radar e telecamera stereoscopica 3D che monitorano la zona circostante, rilevano potenziali pericoli e, in caso di emergenza, possono segnalarli al guidatore e frenare automaticamente. Il sistema assiste anche in condizioni di guida in mezzo al traffico. 

Mercedes al Salone di Ginevra 2018