Debutterà al Salone di Tokyo assieme ad altre 3 elaborazioni su base Mazda3, CX-5 e CX-8

Il 2018 si avvicina alla fine e la nostra attenzione si sta rivolgendo verso il prossimo grande evento dedicato al mondo dell’auto: il Salone di Detroit. Un appuntamento uscito abbastanza ridimensionato dagli anni dalla crisi, ma comunque importante. Prima della kermesse statunitense ci sarà un altro salone meno importante, ma non privo di fascino come il Salone di Tokyo. In programma a gennaio terrà a battesimo 4 modelli modificati firmati Mazda, tra i quali spicca una particolare MX-5 con tetto completamente nuovo.

Fotogallery: Mazda al Tokyo Auto Salon 2019

Sua leggerezza

Conosciuta col nome completo di Mazda Roadster Drop-Head Coupe Concept, la MX-5 modificata monta un hardtop removibile realizzato in fibra di carbonio. Ora come ora è troppo presto per sapere se l’hard top verrà venduto al pubblico o meno. Mazda potrebbe anche decidere di lasciare il progetto in soffitta per paura di cannibalizzare le vendite della RF.

Al di là della leggera copertura la Mazda MX-5 attesa a Tokyo ha una sfilza di altre modifiche, tra cui cerchi in lega RAYS da 16”, indicatori di direzione a LED, sedili Recaro, pedaliera in alluminio, tappetini e finiture del cruscotto dedicati. Ci sono poi differenziale a slittamento limitato, filtro aria potenziato e (per chi ne sentisse il bisogno) il gancio di traino.

La compatta col trucco

Fresca fresca di presentazione la nuova Mazda3,la compatta giapponese è già stata sottoposta a un trattamento estetico dedicato, con nuovo kit aerodinamico in nero lucido. Soprannominata Mazda3 Custom Style, potrebbe anticipare una versione più sportiva della rivale di VW Golf e Ford Focus.

Il poker di novità Mazda al Tokyo Auto Salon 2019 ci saranno i SUV CX-5 e CX-8 (non in vendita in Italia), con 2 kit estetici non particolarmente vistosi, che portano in dote anche pedaliere in alluminio, cerchi in lega più grandi e loghi illuminati sul battitacco.

Fotogallery: Mazda al Tokyo Auto Salon 2019