Più di 100 anni di auto filanti che fendono l’aria. Scopriamo quali sono le regine di ogni decennio

L’aerodinamica, questa sconosciuta. Derivata dagli aerei e giunta sull’auto poco dopo la sua nascita oltre cent’anni fa, ha avuto periodi di grande fama e altrettanti decenni di oblio.

In realtà la fisica dei corpi solidi in movimento nell’aria ha sempre un’importanza fondamentale per rendere le auto più veloci ed efficienti. Insomma, l'aerodinamica c'è, ma non si vede.

In autostrada il Cx conta

Anche se oggi per comprare un’auto guardiamo a tante altre cose e non all’aerodinamica, lei è sempre lì, pronta a farci fendere l’aria o a farci arrancare contro vento in una “scatola” su ruote.

Passati gli anni in cui il Cx (coefficiente di resistenza aerodinamica) veniva usato anche nelle pubblicità per vendere le auto o addirittura per ispirarne il nome, come la Citroen CX, oggi l’aerodinamica più raffinata e spesso nascosta serve a farci consumare meno carburante o elettricità, soprattutto a velocità autostradali.

Volkswagen XL1

Una corsa contro il vento, decennio per decennio

Alcune auto di oggi sono molto più filanti di quelle di pochi decenni fa e non lo fanno quasi notare, ma è bello capire come siamo arrivati a questo punto e quali vetture del passato hanno spianato la strada o, meglio, “tagliato l’aria”. E’ per questo che vogliamo proporvi questa lista delle auto più aerodinamiche di ogni epoca, una per decennio e a nostra scelta.

Pininfarina CNR-PF

Onore ai pionieri del Cx

La scelta presuppone per forza delle esclusioni e infatti non troverete alcune opere dei pionieri Aurel Persu e Paul Jaray, ma neppure concept super “filanti” o altre auto importanti. Parliamo per esempio di capolavori di aerodinamica come Panhard PL 17, Fiat Turbina 1954, Volkswagen XL1, Alfa Romeo B.A.T. 7 concept, Pininfarina CNR-PF, Honda Insight prima serie o la Ecorunner 8 del Team Delft (Cx 0,045).

Ricordiamo anche che il Cx (noto anche come Cd o Cw) che misura la resistenza aerodinamica è solo uno dei termini usati per calcolare la resistenza all'avanzamento, ma è comunque il più pubblicizzato, a differenza dell’area (o sezione) frontale.

Fotogallery: Auto e galleria del vento