La presentazione è attesa entro la fine del 2019

Per ogni nuova generazione di Porsche 911 presentata c’è una Turbo che scalpita per alzare ancora di più l’asticella delle prestazioni. Una regola che vale anche oggi, con la nuova 911 presentata da poco, con l’estetica evoluta e il motore che sale di potenza, per toccare 450 CV.

Tanti ma pronti a impallidire davanti al 3.8 – naturalmente 6 cilindri boxer – della nuova 911 Turbo, protagonista del video spia che vi mostriamo qui sotto.

'

Vista da dietro

Purtroppo chi ha beccato il prototipo, ancora camuffato, in giro per la strada non ha osato superarlo e quindi abbiamo unicamente inquadrature del posteriore. Ma è proprio qui che la nuova Porsche 911 Turbo dovrebbe cambiare maggiormente rispetto alle sorelle. Guardate ad esempio gli scarichi: sono 4 e non 2 e hanno un nuovo disegno trapezoidale. Anche il paraurti è diverso e integra 2 piccole prese d’aria.

Tutto nuovo invece il classico alettone posteriore, molto largo con la luce degli stop integrata. Osservando attentamente si nota come la parte superiore del posteriore presenti delle scanalature, a indicare la possibilità di alzare o abbassare l’ala a seconda della velocità.

Doppi turbo

Se tra 911 normale e Turbo l’estetica cambia ma non si stravolge, è invece completamente differente il motore che, sulla Turbo, ha una cilindrata di 3,8 litri e (dicono le voci) dovrebbe raggiungere quota 600 CV e 750 Nm di coppia. Vale a dire 60 CV e 40 Nm in più rispetto alla versione attuale.

Lo schema tecnico manterrà la classica trazione integrale unita non più al classico PDK a doppia frizione ma al nuovo cambio automatico 8 rapporti che ha debuttato sulla 911 normale. A proposito di debutti: non è ancora ufficiale ma la nuova Porsche 911 Turbo dovrebbe essere presentata in anteprima mondiale al prossimo Salone di Francoforte.

 

Fotogallery: Porsche 911 Turbo foto spia