Questo rendering interpreta le linee che dovrebbe avere una supercar Alfa al giorno d'oggi

Gettando uno sguardo al lignaggio Alfa Romeo vengono in mente una manciata di modelli iconici, come la Giulietta, la Spider e la GTA. La Montreal, però, introdotta nel 1970, spesso viene trascurata.

Forse perché è un'alternativa più costosa e meno appariscente a Jaguar E-Type e Porsche 911. Tuttavia, un designer italiano vuole rivedere questo nome nella gamma Alfa Romeo e la sua interpretazione di una Montreal moderna potrebbe spingerci a dire lo stesso.

Concetto di Alfa Romeo Montreal Vision GT

Spazio all'arte

Luca Serafini ha così presentato la sua interpretazione futuristica di Alfa Romeo Montreal. Ed è bellissima, aggiungiamo. Si chiama "Montreal Vision GT" e non è solo uno sguardo a ciò che potrebbe essere una rivisitazione di questa sportiva; Serafini, infatti, canalizza la sua storia personale in questa creazione.

Fotogallery: Alfa Romeo Montreal Vision GT Concept

Una storia romantica

"Nel 1986 mio padre acquistò un'Alfa Romeo Montreal arancione brillante", dice Serafini. Era tutta originale, tranne il sistema di scarico. Ricordo ancora la prima volta che vidi i fanali posteriori rossi e i silenziatori cromati. 

Concetto di Alfa Romeo Montreal Vision GT

Abbastanza spesso scendevo in garage per ammirarla e vedere i suoi riflessi, le sue linee e forme. Odoravo l'interno in pelle e facevo finta di essere un pilota professionista. Adoravo il volante concavo."

Concetto di Alfa Romeo Montreal Vision GT

Rimandi evidenti

I confronti visivi con la Montreal originale sono evidenti: La griglia triangolare firmata Alfa Romeo, le prese d'aria montate sul cofano e i doppi fari con feritoie eleganti si ripropongono. Possiamo solo sperare che sotto il cofano ci sia una versione moderna del V8 originale della Montreal da 2.6 L