Dopo Ferrari Rex, una nuova opera di Luca Dal Monte che racconta gli anni di rapporto tra la squadra di Ecclestone ed il Biscione

Il mondo del Motorsport e della Formula 1, fin dai propri albori, è fonte di storie, aneddoti, episodi che hanno delineato una vera e propria epica delle quattro ruote. Riuscire a raccontarle in maniera certosina significa attingere ad archivi figli del cronometro ma non solo.

Ecco, Luca Dal Monte, autore conosciuto per Ferrari Rex, la "Biografia Definitiva" del Drake secondo quanto riferito dal New York Times, torna con un secondo capitolo capace di raccontare l'epica di Alfa Romeo a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta: "La congiura degli innocenti". 

La congiura degli innocenti, Bruno Giacomelli su Alfa Romeo

Alfa Romeo e Brabham

Il libro, presentato recentemente a Milano, racconta la storia di come la Casa di Arese fosse diventata fornitrice dei motori di Formula 1 della Brabham per poi, in seguito, schierarsi con una propria scuderia come costruttore autonomo.

L'antefatto è ben definito: corrono gli anni Settanta, ed il Biscione - all'epoca controllata dall'Iri - non vive uno dei suoi periodi più floridi, tanto da dover sottostare a scioperi e manifestazioni. Da uno scenario del genere però, emerge il sogno di Carlo Chiti che, con forte determinazione, riesce a far tornare Alfa Romeo in Formula 1. E' l'inizio di una storia romantica quanto travagliata.

Italia contro Inghilterra

Sì, perchè come riferito dallo stesso Luca Dal Monte, non si tratta di un libro sull'Autodelta o sulla Brabham, quanto sulla difficile collaborazione tra Ecclestone con la sua squadra ed un'Alfa Romeo in pieno subbuglio. Una storia lunga cinque anni, in cui il Biscione torna alla vittoria con una scuderia inglese, ma non è mai veramente paga di questa storia, tanto da prendere la decisione di schierarsi autonomamente.

Insomma, una storia di incompatibilità secondo cui, prendendo in prestito le parole di Chiti "Gli inglesi sono intelligenti, astuti, ma lenti, ritardatari. Ci mettono quattro mesi per una cosa che si può fare in un sol giorno.”

Il titolo del libro – un chiaro tributo all’arte di Alfred Hitchcock – è lo specchio fedele della realtà in cui si muovono i protagonisti della vicenda: personaggi che spesso e volentieri non fanno quello che dichiarano di fare, ma congiurano contro gli altri. Il libro è già in vendita e ordinabile sia nelle librerie che online. 

Fotogallery: La Congiura degli innocenti, la storia di Alfa Romeo e Brabham in F1