Alla fiera di Padova un omaggio alla prima familiare moderna

L'Audi RS 6 Avant e la Mercedes-AMG E 63 Wagon non esisterebbero se nel 1977 non avesse debuttato la Mercedes W123. È questo modello infatti ad aver cambiato il punto di vista delle persone sulle wagon, che prima della W123 erano considerate per lo più auto da lavoro e dopo sono diventate vetture da usare anche nei weekend o con la famiglia.

La W123 insomma ha messo le basi per l'arrivo delle wagon ad altissime prestazioni, categoria della quale fanno parte le RS 6 Avant e E 63. Mercedes celebra questo storico modello ad Auto e Moto d'Epoca 2019, la rassegna in programma a Padova dal 24 ottobre e fra le principali in Italia per le auto storiche.

Fotogallery: Mercedes ad Auto e Moto d'Epoca 2019

La prima wagon "ufficiale" con la Stella

La Mercedes W123 viene presentata nel 1977 al Salone dell'auto di Francoforte. È la variante wagon della berlina di fascia alta W123 (fra le auto più di successo della casa tedesca), nonché la prima station wagon costruita direttamente da Mercedes: le famigliari precedenti erano opera di carrozzieri, fra i quali la tedesca Binz.

Lunga 4,72 metri, la W123 porta la firma del designer italiano Bruno Sacco e ha una carrozzeria dalle linee pulite ed essenziali, com'era in voga all'epoca, ma esprime quella sensazione di lusso che ha reso celebre la casa tedesca. I motori benzina sono 4 e 6 cilindri da 2.0 a 2.8 litri, con fino a 185 CV di potenza, mentre a gasolio sono i 4 e 5 cilindri da 2.0 a 3.0 litri e fino a 125 CV.

Spazio anche alle scoperte

Ad Auto e Moto d'Epoca 2019 il costruttore tedesco porterà due altri modelli del passato, completamente diversi dalla W123: sono la 300 Cabriolet disegnata da Pininfarina e una 300SL soprannominata Cubana, ritrovata da un appassionato a L'Avana e restaurata dopo una complessa operazione di rimpatrio in Italia.

Fotogallery: Mercedes S123