Le foto spia lasciano presagire la possibilità di scegliere tra trasmissione automatica e un classico (e amato) manuale

Sembra che la nuova generazione di BMW M3 stia evitando – almeno per il momento – strade innevate, al contrario di tante novità in arrivo nei prossimi mesi, tutte (o quasi) impegnate in test invernali in località dove temperature rigide e neve la fanno da padrone. Ma poco importa, ciò che davvero è importante è capire, oltre a quanti cavalli si nascondono sotto il cofano, come sarà la griglia della versione sportiva della media tedesca.

Fotogallery: Nuova BMW M3, foto spia anche dell'abitacolo

Come la M4 GT3?

Le camuffature fanno il loro lavoro e non permettono di capire la taglia del doppio rene, facendoci rimanere col dubbio se sarà bene o male quello della Serie 3 o se, come sulla prossima M4 GT3, anche la nuova BMW M3 sfoggerà una calandra taglia XXL a sviluppo verticale. Alcune foto spia suggeriscono come a Monaco di Baviera abbiano optato per quest’ultima soluzione, ma è ancora presto per dare una risposta definitiva.

Tanto tempo: la nuova M3 infatti arriverà solo nel 2021 e ci vorrà quindi almeno un anno per vederla senza pellicole psichedeliche a coprirne le forme. Di certo sarà ben più muscolosa rispetto alla sua variante normale, con un posteriore dal quale usciranno 2 coppie di scarichi e piccolo alettone in carbonio, proprio come visto in altre foto spia scattate qualche mese fa in una fabbrica.

Interessante poi vedere per la prima volta l’abitacolo della M3, con gli immancabili sedili sportivi (con guscio in carbonio) e – UDITE! UDITE! – il cambio manuale. In generale l’abitacolo non sembra aver ricevuto grosse modifiche, con i 2 monitor per strumentazione e infotainment al loro posto e il volante senza la parte inferiore tagliata.

Doppia scelta

Come già avviene con l’avversaria Mercedes C 63 AMG, disponibile anche in versione S, la nuova BMW M3 dovrebbe essere disponibile in 2 step di potenza: 480 o 510 CV, entrambi ottenuti dal 3.0 6 cilindri abbinato (e qui è la vera grande novità) alla trazione integrale.

Una rivoluzione già vista sulla nuova M5 e che dovrebbe permettere – in alcune modalità – di poter avere il solo asse posteriore a spingere, così come la possibilità di scegliere tra cambio automatico e manuale, come confermato dalle foto spia.

 

Fonte: CarPix