Nel 1963 Ferruccio decide di dare il via al processo che vedrà un centro agricolo trasformarsi nella Automobili Lamborghini

In molti ancora oggi si immaginano la sfida tra Lamborghini e Ferrari come quella tra due costruttori affermati e con punti di vista molto distanti sul mondo dell'auto e delle sportive in particolare. Ebbene, non potrebbe esserci niente di più lontano dalla realtà, visto che le cose sono andate in maniera molto diversa. 

All'inizio, infatti, Ferruccio Lamborghini non era il capo fondatore dell'azienda Automobili Lamborghini, oggi rinomata in tutto il mondo, ma più "semplicemente" uno dei ricchi clienti di Enzo Ferrari.

Quasi amici 

Nel secondo dopoguerra, Ferruccio avvia in provincia di Ferrara l'azienda per la costruzione di macchine agricole e le cose vanno talmente bene che grazie ai ricavi riesce a permettersi praticamente un'auto per ogni giorno. La sua passione per le quattro ruote è enorme e tra le sportive che possiede ci sono anche due Ferrari, che, però, non riescono a soddisfarlo del tutto. Già in quel momento, infatti, Ferruccio è alla ricerca dell'auto perfetta. 

storie di motori

In più, i continui problemi di affidabilità delle due sportive del Cavallino, spingono Lamborghini a demandare ai suoi meccanici la riparazione dei guasti, dopo più di un viaggio fino alla fabbrica di Maranello per l'assistenza

In questa circostanza gli uomini di Ferruccio scoprono che i componenti della frizione (la parte incriminata) sono gli stessi che usano loro per i trattori. Forse, è proprio da lì che dentro Lamborghini inizia a nascere la convinzione che costruire la propria sportiva non sia un'impresa impossibile. 

storie di motori

Il primo prototipo è la 350 GTV, che, però, rimane invenduta e si evolve nella 350 GT un anno dopo nel 1964. Questo è l'anno della rivalsa per Ferruccio nei confronti di Enzo Ferrari, visto che riesce a sottrargli il progettista Giotto Bizzarrini, che produrrà il V12 capace di spingere anche la prima pietra miliare della Automobili Lamborghini fondata nel 1963, la Miura. A questo progetto parteciparono anche Paolo Stanzani e Giampaolo Dallara

Ma questa è un'altra storia.

Chi è Luca Dal Monte

Nato a Cremona, giornalista, ha ricoperto il ruolo di responsabile della comunicazione Ferrari negli Stati Uniti e, successivamente, direttore della comunicazione di Maserati dal 2005 al 2015. Luca Dal Monte è autore, tra le altre opere, di La Scuderia (2009), Ferrari Rex - Biografia di un grande uomo del Novecento (2016) e de La Congiura degli innocenti (2019).