Molto prima della Senna, della Speedtail e anche della fantascientifica Elva, la McLaren P1 ha rapito i cuori di tutti gli appassionati con il suo look futuristico e le prestazioni del V8 ibrido bi-turbo. Sfortunatamente la casa ha costruito solo 375 esemplari (2013-2015) di questa hypercar che ha dato il via alla Ultimate Series della Casa inglese. 

Oggi, però, grazie alle cure del preparatore inglese Lanzante, la P1 sta vivendo una sorta di seconda gioventù. Con la replica di una livrea leggendaria la sportiva è di nuovo al centro dell'attenzione.

Una vecchia conoscenza 

Qualcuno di voi si ricorderà del nome Lanzante per i progetti precedenti con la P1, ovvero i modelli LM e GT. Due versioni omologate per la strada della P1 GTR. Anche quest'ultima proposta segue lo stesso approccio delle prime due, ma prende ispirazione dai colori di un'auto da corsa mitica che ha impazzato a Le Mans, la F1 GTR.

Lanzante McLaren P1 GTR-18 Gulf
Lanzante McLaren P1 GTR-18 Gulf
Lanzante McLaren P1 GTR-18 Gulf

P1 GTR-18

Battezzata con l'aggiunta di questo numero, indossa una replica dei colori con cui correva la F1 GTR numero 28R del team Davidoff. La finitura non è solo simile, ma le tinte combaciano esattamente con i codici colore di quelle sulla F1 originale.

Anche i punti dove la fibra di carbonio è esposta presentano delle sfumature che replicano fedelmente quelle dell'auto da corsa. Come i due progetti precedenti di Lanzante anche qui troviamo l'enorme ala posteriore e un'abitacolo ridotto all'osso, ma l'auto è completamente omologata per la strada.

Si tratta del primo esemplare nella serie di sei modelli che Lanzante svilupperà riproponendo le livree più mitiche delle F1 da corsa Anni '90. 

Lanzante McLaren P1 GTR-18 Gulf
Lanzante McLaren P1 GTR-18 Gulf

Poche informazioni

Sfortunatamente la compagnia non ha rilasciato specifiche riguardo ai dettagli del propulsore. Ipotizzando che il powertrain sia rimasto invariato rispetto a quello delle altre GTR, dovremmo aspettarci una potenza nell'ordine dei 990 CV, capaci di far accelerare l'auto da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi, con una velocità massima prossima ai 320 km/h.

Non c'è nemmeno un prezzo per questa one-off tanto speciale, ma non è difficile ipotizzare che il valore si aggiri sopra il milione di euro.