Il super SUV britannico aggiorna i motori, ora tutti elettrificati, da inizio 2021

Alla Range Rover Velar mancava fino ad ora una versione elettrificata, ma la situazione sta per cambiare perché da inizio 2021 la gamma del maxi SUV britannico sarà composta solo da motori mild hybrid e dalla prima Velar ibrida plug-in.

In Italia le motorizzazioni della Range Rover Velar saranno quattro, due diesel mild hybrid a 48 volt, una benzina mild hybrid a 48 volt e l’ibrida ricaricabile alla spina con motore a benzina da 404 CV. Tutte hanno trazione integrale e cambio automatico 8 marce.

404 CV e 53 km di autonomia elettrica

Partiamo proprio dalla novità più elettrica, la Range Rover Velar P400e che sarà in consegna ad aprile 2021. Questa ibrida plug-in utilizza il motore 2.0 turbo benzina quattro cilindri da 300 CV abbinato al motore elettrico da 143 CV per raggiungere una potenza complessiva di 404 CV.

Fotogallery: Range Rover Velar P400e

La coppia massima totale è di 640 Nm e il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h è di 5,4 secondi. La batteria da 17,1 kWh posizionata sotto il vano bagagli permette di percorrere fino a 53 km (WLTP) in modalità elettrica.

Oltre alla ricarica in corrente alternata fino a 7 kW di potenza è disponibile anche la ricarica veloce in corrente continua (ancora rara fra le plug-in) fino a 32 kW per avere l’80% del pieno batteria in circa 30 minuti.

Consumi ed emissioni, sempre nel ciclo di omologazione WLTP, sono pari rispettivamente a 2,2 l/100 km e 49 g/km.

Mild hybrid a 48 volt

Le nuove versioni mild hybrid della Range Rover Velar, definite MHEV secondo la terminologia anglofona "Mild Hybrid Electric Vehicle" sfruttano un sistema a 48 volt con motore elettrico starter/generatore collegato con una cinghia al motore termico, benzina o diesel della nuova famiglia Ingenium.

Range Rover Velar P400e

Questo recupera energia in frenata e decelerazione per restituirla assistendo il motore a combustione in accelerazione, ma anche ottimizzando e velocizzando il sistema stop/start.

Tre mild hybrid, due diesel e un benzina

In ordine di potenza troveremo quindi nei listini 2021 della Range Rover Velar queste motorizzazioni mild hybrid. Si parte dalla Velar D200, la diesel col motore 2.0 quattro cilindri MHEV Ingenium da 204 CV e 430 Nm, seguita dalla D300 che sfrutta invece il 3.0 sei cilindri diesel MHEV Ingenium da 300 CV e 650 Nm.

Subito sotto la plug-in hybrid si posiziona invece l’unica motorizzazione a benzina mild hybrid, la Range Rover Velar P400 che col 3.0 sei cilindri benzina MHEV Ingenium sviluppa 400 CV e 550 Nm.

Aggiornamenti online e sistema si riduzione rumore

Fra le altre novità introdotte il prossimo anno sulla Range Rover Velar si segnalano poi l’arrivo dei sistemi multimediali evoluti Pivi e Pivi Pro studiati per aumentare la semplicità di utilizzo, la reattività ai comandi, aggiornare la grafica e avere gli aggiornamenti software online "Over the Air".

Range Rover Velar P400e
Range Rover Velar P400e

In più c’è la possibilità di avere l’Active Road Noise Cancellation che rende l’abitacolo più silenzioso abbassando il rumore di 4 decibel, il nuovo sistema Cabin Air Filtration che riduce i livelli delle sostanze nocive, dei particolati, dei pollini e degli odori. Non manca poi il nuovo volante con pulsanti intelligenti, il nuovo selettore del cambio e la seconda generazione del telecomando da polso Activity Key che può sostituire la chiave.